Alloggi fondo Satriano cresce la tensione

0

Tensione alle stelle tra i 48 assegnatari degli alloggi Iacp in localitá fondo Satriano. E' previsto il sorteggio per i posti auto e il clima si preannuncia surriscaldato. Gli aventi diritto, che sono stati contattati direttamente dall’Istituto case popolari Salerno, sono sempre in attesa delle case ma intanto riceveranno i posti auto, ma non tutti, ecco il perché del sorteggio.

«Questa è una novitá – spiega Carlo Coppola – è nato anche quest’altro problema e non si sa come risolverlo, perché qualche assegnatario sicuramente resterá senza posto auto. Dopo tanti anni la situazione sembrava sbloccata, anche se non abbiamo ancora un vero e proprio contratto, ormai siamo diventati assegnatari definitivi e siamo in attesa soltanto dell’ultimazione dei lavori. Ogni casa doveva avere un posto auto, ora, invece, ci hanno detto che va fatto il sorteggio, e poi realizzeranno altri posti auto, ma non si sa né dove, né quando, e nemmeno se a pagamento. E’ un problema perché localitá Satriano è in periferia». 

-Ads-

Intanto si avvicina anche la fine della lunga attesa degli assegnatari dei 139 alloggi di Fondo Messina. Dopo la graduatoria definitiva, attendono soltanto di poter dire addio alle baracche e ai prefabbricati. Intanto continuano a monitorare la situazione in modo da scongiurare l’ennesimo slittamento. Infatti questa storia è costellata da una serie di ritardi che hanno, non poche volte, provocato malcontento e proteste.

Questa volta, come si evince dalle parole dell’assessore Vincenzo Ferrara, non ci dovrebbero essere intoppi e imprevisti. In effetti il nuovo assessore alla casa ha dato un nuovo impulso per garantire la rapida ultimazione dei lavori. «Si sta lavorando incessantemente per la consegna degli alloggi – ha precisato Ferrara – ma sia chiaro: non prendiamo in giro nessuno. Difatti i sopralluoghi non vengono fatti solo dall’amministrazione, ma anche dagli assegnatari, che possono constatare lo stato di avanzamento dei lavori. Ogni giorno sono disponibile a parlare con loro per dare risposte e delucidazioni, e, rispetto a qualche tempo fa, sono molto più tranquilli, perché sanno che possono contare su un’amministrazione che sta lavorando anche per loro, e che è molto sensibile al problema». Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here