Alloggi Iacp la consegna slitta a febbraio

0

I cittadini che aspettano l’ultimazione del 139 alloggi di fondo Messina hanno iniziato un nuovo conto alla rovescia. Il 20 febbraio è la data, annunciata dal primo cittadino Pasquale Mauri, per la consegna dei primi 60 appartamenti. Dopo la graduatoria definitiva, relativa al bando di concorso speciale del 07/11/2008 per l’assegnazione di 139 alloggi di edilizia residenziale pubblica nel comune di Angri, gli assegnatari ora attendono soltanto di poter entrare materialmente nelle loro case.

L’ultimazione dei 139 alloggi, che, così come si evince dalle parole del sindaco, dipendono dal Comune di Angri, sono stati rallentati l’anno scorso per poter rispettare il patto di stabilità, pur avendo i soldi.

-Ads-

Mauri, tuttavia, garantisce un’accelerazione dei lavori, già a partire dal 2 gennaio del nuovo anno. «Sulla base del cronoprogramma che mi hanno consegnato, -promette – posso dire che per il 20 febbraio la ditta ci consegnerà già i primi tre palazzi, perché qui dipende dal Comune, e abbiamo il controllo diretto su tutto. Quindi il 20 febbraio, siamo certi di poter già assegnare i primi sessanta alloggi».

Gli assegnatari stanno aspettando. Tuttavia la tensione non è sparita. Invece sostanzialmente diversa, e ancora più drammatica, è la vicenda dei 48 alloggi Iacp, per i quali l’attesa è alle stelle, e i tanti assegnatari, ormai stanchi a causa di continui slittamenti della data di ultimazione degli alloggi, e, quindi, di consegna, descrivono la loro situazione come un interminabile cammino verso la “terra promessa”.

«Per i 48 alloggi il problema è tra il consorzio che sta costruendo gli alloggi e l’Istituto autonomo case popolari, -spiega Mauri- Il Comune di Angri non c’entra proprio. Io vado ogni giorno sul cantiere per verificare lo stato dei lavori soltanto perché, in qualità di sindaco, vivo il dramma, le ansie e le aspettative degli assegnatari». Infine: «Devo dire che il presidente dell’Iacp si sta sforzando al massimo per vedere realizzate quelle case, e credo che nelle prossime settimane, a meno che non succeda qualche altro imprevisto, saranno ultimate». Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here