Vendita loculi, il Comune vuole fare cassa

0

Circa quattro milioni di euro dalla vendita in concessione dei loculi e degli ossari. A tanto ammonta la cifra che il Comune intende ricavare, sia per finanziare l’opera che per rimpinguare le asfittiche casse locali. Una previsione che dovrebbe garantire introiti utili e mantenere in equilibrio i conti. 

E’ stato pubblicato, infatti, il bando per l’acquisto di quattromila tra loculi ed ossari che verranno ceduti agli acquirenti per 55 anni. Non è un vero e proprio acquisto, bensì una concessione sebbene di lunga durata. Scaduti i termini, gli eredi del defunto potranno decidere se rinnovare l’atto.

-Ads-

Le quattromila celle dovranno essere inserite in una cappella costituita da più piani fuori terra e da un piano interrato servite da un montacarichi.

Due le tipologie previste. I loculi saranno 500 ed avranno un costo singolo pari a 2.250 euro salvo conguaglio, mentre gli ossari saranno 3.500 per un costo di 750 euro cadauno, salvo conguaglio. Le spese per la stipula dell’atto sono a parte e comunque a carico degli acquirenti.

Prevista, poi, per i non residenti una maggiorazione sul prezzo stabilito pari al 50 per cento. Il bando prevede, inoltre, che gli interessati dovranno versare il denaro sia prima della realizzazione, che della consegna dei loculi. In sostanza, il Comune intende incamerare liquiditá per finanziare l’intervento. I cittadini potranno versare le quote anche in quattro rate, a partire dall’accoglimento dell’istanza, sino alla stipula del contratto di concessione.

Tutto, però dipenderá dalla risposta che verrá dalla cittadinanza. E’ scritto, infatti, che «l’amministrazione inizierá i lavori solo dopo aver acquisito tutte le manifestazioni di interesse». 

Crescerá ancora, quindi, il camposanto che si estende giá sino a lambire il territorio di Sant’Egidio del Monte Albino. Intanto, per restare in tema è stata anche emanata una recente delibera con cui si disciplinano le modalitá per il rinnovo delle vecchie concessioni. Anche in questo caso è prevista una rateizzazione. Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here