Torna l’incubo allagamenti nel canale Sguazzatoio

0

 In seguito alle forti piogge in località Avagliana ad Angri si sono già verificati dei preoccupanti allagamenti. Ritorna, quindi, lo spettro delle esondazioni del Rio Sguazzatoio, che ha provocato tanta paura e tanti danni poco più di un anno fa. Il posto è presidiato dai volontari della protezione civile, che tentano di arginare i disagi.

Sembra che le esondazioni siano provocate dall’ostruzione della funzionalità idraulica del torrente Solofrana tra Angri, Scafati e San Marzano sul Sarno.

-Ads-

Detta ostruzione è la causa del riversarsi delle acque nel canale Sguazzatoio, e dei conseguenti allagamenti, purtroppo, conosciuti dai residenti. L'amministrazione comunale angrese ha predisposto una ricognizione generale, per effettuare interventi e tenere sotto controllo la situazione, che, per ora, non ha provocato gravi danni, se non tanta paura, e la chiusura di alcune strade al traffico veicolare.

“Posso garantire che c'impegneremo affinché gli enti preposti si impegnino per risolvere il problema, -dice il consigliere Domenico D’Auria- in modo da far trascorrere un inverno sereno e senza timore di esondazioni ai cittadini angresi. La competenza sui fiumi Sarno e Solofrana per le manutenzioni e quant'altro è del genio civile, ma in occasioni di emergenza viene delegata la protezione civile regionale. Pensiamo che il problema non può essere risolto in un solo canale o in un solo paese, ma si deve adottare una linea comune con le altre realtà limitrofe, attanagliate dalla medesima problematica, per auspicare una soluzione definitiva."

Intanto la situazione continua ad essere monitorata, e, scendendo il livello dell'acqua, è stato possibile constatare la presenza di detriti, sabbia, rifiuti, arbusti, che ingolfano il torrente Solofrana.

"A causa di tanti detriti il torrente Solofrana non riesce a defluire nel fiume Sarno, -precisa un volontario della protezione civile Pasquale De Martino- ed esonda nel rio Sguazzatoio e nelle coltivazioni vicine. Stiamo monitorando la situazione per evitare i problemi degli scorsi anni. Abbiamo allertato i residenti, che hanno messo dei sacchetti di sabbia davanti le proprie abitazioni, per evitare che l'acqua entri nelle case."  Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here