Impalcatura taglia il tetto dell’ex cinema Minerva

0

Potrebbe presto tornare d'attualità la questione legata all'amianto sul tetto dell'ex cinema Minerva. Una bomba ambientale in pieno centro cittadino. A lanciare l'allarme alcuni residenti dei palazzi che affacciano sulla struttura. Infatti, a seguito di alcune opere di ristrutturazione di uno dei condomini il tetto dell'ex cinema è stato tagliato dalla ditta esecutrice dei lavori per far posto all' impalcatura.

Da qui la preoccupazione crescente del vicinato che vorrebbe vederci chiaro, visto che i tagli sono molto evidenti. La dispersione di fibre d'amianto in atmosfera e le sue polveri se respirate possono provocare una serie di gravi malattie. L’eternit, materiale molto utilizzato in edilizia durante gli anni settanta, è stato dichiarato fuorilegge nel 1992.

-Ads-

E' da ricordare che già lo scorso mese di febbraio il Comune aveva emesso un'ordinanza con cui intimava ai proprietari dell'immobile di effettuare alcune opere di bonifica e di messa in sicuerezza, anche a seguito di una comunicazione redatta dai i carabinieri del Noe nella quale si evidenziava "la necessità di procedere all'incapsulamento e/o alla rimozione dei pannelli in cemento amianto lesionati".

Ora la questione si starebbe riproponendo. Il rudere, posto in pieno centro, attende da un trentennio una necessaria riqualificazione sebbene la situazione a tutt'oggi sia rimasta immutata.

E' scritto nell'ordinanza comunale che "ogni attività posta in essere dovrà essere preventivamente comunicata allo scrivente Ufficio, all'Asl ed all'Arpac competente, di adottare tutti gli accorgimenti utili previsti dalla normativa vigente al fine di eviatre durante i lavori la dispersione di fibre di amianto in atmosfera, di munirsi preventivamente di eventuali ulteriori autorizzazioni se le circostanza lo richiedono".

Anche i proprietari dello stabile, però, avevano inviato una nota tecnica agli organi competenti sia per sollecitare verifiche periodiche delle coperture, che per tranquillizzare i residenti della zona ribadendo che "non c’è potenziale rischio d’esposizione a fibre di amianto sia per chi frequenta il sito sia per le parti circostanti considerato lo stato di conservazione delle lastre”. Intanto, però dati i vistosi tagli al tetto di eternit la preoccupazione sarebbe crescente.   Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here