I dissidenti scrivono al Sindaco sulla questione del censimento

0

 In merito alla selezione di rilevatori per il censimento della popolazione, si sottolinea che il bando pubblico utilizzato è iniquo dal punto di vista sociale, ambiguo per l'utilizzo, al fine di stesura della graduatoria finale, di alcuni parametri di valutazione che non sono chiari e lasciano fondati dubbi di discrezionalità eccessiva da parte della commissione giudicante.

In particolare riteniamo che innanzitutto il bando avrebbe dovuto riguardare coloro i quali sono senza lavoro!! Non esiste la menzione di questo parametro socialmente rilevante nella selezione adottata dal Comune.

-Ads-

Ciò significa che anche un professionista che, per assurdo, ha un reddito elevato, può presentare domanda e ottenere l'incarico a discapito di migliaia di giovani e meno giovani laureati e diplomati angresi. Non mi sembra giusto! In una situazione economica così precaria è assurdo non tener conto dei disoccupati e lasciare un'opportunità di mansione lavorativa a chi svolge già altre attività: così com'è impostato il bando, non tiene neanche conto di reddito, di tenore di vita, di niente!

Per questo motivo riteniamo che il bando vada annullato già solo per questa grave ingiustizia sociale! Inoltre, valutando le altre voci di selezione, I COSIDDETTI TITOLI PREFERENZIALI, rimaniamo perplessi rispetto a quanto previsto per l'attribuzione dei punteggi.

Per esempio, il voto del diploma è valutato in quattro gradi, dal minimo al massimo, con distacchi fino a 6 punti. Sarebbe giusto se non entrasse in ballo la laurea! Ebbene una laurea vale per il Comune 3 punti!!!

Cosa significa ? Significa che un diplomato con voto di diploma 55 avrebbe 18 punti in graduatoria finale, mentre un laureato , anche con 110 e lode, ma con voto 48 di diploma superiore, avrebbe solo 17 punti. In questo caso il diploma di laurea è sfacciatamente inutile!! Ma come si fa a pensare certe cose!!?? Non sappiamo poi come si valuti la conoscenza informatica dei candidati: bisogna saper fare e utilizzare questo o quel sistema etc etc. Ma faranno una prova pratica??

Non c'è scritto e non si capisce. E allora ci dite come valuterà la commissione tale requisito ?? Secondo noi ci sarebbero migliaia di ricorsi e si bloccherebbe tutto! E ancora, valutazione del curriculum vitae…..in che senso? Chi ha avuto una vita spericolata, una vita monotona, una vita sedentaria, una vita senza fortuna…..

Qui è il colmo! 4 punti per una valutazione libera della vita dei concorrenti!! E qui nascono addirittura perplessità sulla legittimità del bando: il comune non è un ente privato che può riservarsi una valutazione su dati personali e privati che non abbiano valenza sul ruolo da occuparsi !!

Noi abbiamo forti dubbi sul tutto e chiediamo il blocco del provvedimento, la sua revisione e modifica, al fine di giungere ad una selezione equa, trasparente dei rilevatori per il censimento e che siano scelti tra i disoccupati del paese !!

Noi proponiamo semplicemente di selezionare i partecipanti in modo trasparente, anche tramite un pubblico sorteggio, tenendo in considerazione i requisiti pocanzi espressi in modo da non dare adito ad eventuali disparità. IL CAPOGRUPPO Dott. Nordino Fiorelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here