Via delle Fontane, aspettando il ponte esplode la rabbia dei residenti

0

Coro di proteste da parte dei residenti e degli esercenti di via delle Fontane: la situazione è al collasso. Non vogliono attaccare i politici di turno, ma vogliono tenere i riflettori ben accesi sui loro problemi, in modo da non farli cadere, ancora una volta, nel dimenticatoio.  Si chiedono azioni e risposte concrete. Il manto stradale risulta in pessime condizioni.

Questo tratto appare molto pericoloso soprattutto per i motociclisti, che, in realtá, hanno lanciato l’allarme sicurezza anche per altre strade della cittá doriana. I residenti sono molto preoccupati e vorrebbero scrivere la parola fine a questa annosa problematica, soprattutto perché, nelle proprie abitazioni, devono sopportare crepe nei muri, danni alle cose, e fortissime sollecitazioni del suolo, in particolare di notte quando chi guida gli autoarticolati spinge troppo il piede sull’acceleratore.

-Ads-

Sono proprio le lesioni ai muri che testimoniano il selvaggio passaggio degli automezzi sul ponte, in cui vige, tra l’altro, il divieto di transito dei mezzi pesanti, che collega il centro cittadino alla grande arteria di via Nazionale. 

I residenti e i commercianti di via delle Fontane vogliono risolvere presto gli innumerevoli disagi. «Dalla mattina alla sera devo combattere, all’interno del mio esercizio commerciale, con la merce in esposizione che cade in continuazione dagli scaffali – afferma Domenico Del Ferro, commerciante – ho dovuto impegnare un operaio per rimettere in ordine la merce che cade dagli espositori».

In seguito alle rimostranze di commercianti e residenti che lamentano di essere considerati cittadini di serie b, il comando di polizia locale, guidato dal tenente Anna Galasso, ha aumentato la propria presenza, presidiando il territorio. Emilio Orlando, un esercente: «I disagi ci sono da tempo, ma garantisco di avere avuto contatti con il sindaco Pasquale Mauri che mi ha rassicurato che entro ottobre disporrá interventi di messa in sicurezza della zona, realizzando anche i marciapiedi su entrambi i lati della strada». Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here