Al via i rimborsi sulla spazzatura

0

Boccata d’ossigeno per migliaia di nuclei familiari. Presto i contribuenti potranno ottenere il rimborso di una quota della Tarsu non dovuta. La restituzione della tassa per lo smaltimento rifiuti potrebbe, quindi, garantire un ristoro economico per coloro che hanno versato più del dovuto. 

Ad essere chiamati in causa anche numerosi commercianti che per la specificitá della proprie attivitá e per la ridotta produzione di immondizia potrebbero richiedere la restituzione delle somme maggiormente pagate. La determina è firmata dal responsabile programmazione e risorse Costantino Sessa e fa riferimento a periodi antecedenti al 2011. 

-Ads-

I cittadini che hanno pagato, previa esibizione della necessaria documentazione, potranno chiedere la restituzione del quota in più versata.

Il lavoro di controllo ed accertamento sará a carico dei funzionari dell’Ente che dovranno certificare e avvalorare quanto presentato dai contribuenti. In ballo ci sono centinaia di migliaia di euro che gli utenti ora potrebbero ottenere indietro.

Il testo integrale dell’atto può essere consultato presso la segreteria generale, o presso l’ufficio messi di Palazzo di Cittá per circa due settimane ancora.

I controlli interni hanno evidenziato anomalie contabili e degli introiti da considerare illegittimi e quindi da restituire. Ciò anche per evitare sia eventuali azioni risarcitorie da parte dei cittadini, che un ulteriore aspro contenzioso.

Una scelta ritenuta inevitabile nella direzione di fare chiarezza. Una buona notizia per coloro che hanno pagato in più e che potrebbero ottenere la restituzione degli importi. I contribuenti dovranno comprovare di aver effettivamente versato la tarsu. Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here