Squillante: “Mauri non può vendere la farmacia”

0

“Mauri, a mio avviso, non venderà la seconda farmacia comunale.” Senza giri di parole il commento dell’assessore provinciale Squillante, in qualità di capogruppo consiliare del Pdl ad Angri, in ordine agli indirizzi, approvati nell’ultimo consiglio comunale, sulla cessione della titolarità della farmacia comunale di via dei Goti.

“E’ palese che quest’amministrazione –esordisce Antonio Squillante- porta avanti dei provvedimenti senza consultare la normativa e verificare la procedura amministrativa. Il comune può soltanto scegliere di gestire la farmacia, in forma pubblica, oppure di restituire la titolarità della farmacia alla Regione. Mauri, quindi, non può assolutamente pensare di vendere la farmacia.” Squillante spiega che la titolarità delle farmacie comunali viene assegnata dalla Regione Campania ai privati attraverso un bando pubblico.

-Ads-

Non c’è quindi una vendita, ma una procedura pubblica di selezione. Squillante, inoltre, evidenzia che se l’alienazione delle farmacie, per fare cassa, fosse contemplata dalla normativa, allora non si spiega perché, in una situazione di crisi economica, la Regione, per prima, non proceda alla citata vendita.

“Le farmacie comunali sono state affidate in gestione al consorzio farmacie intercomunali, -continua Squillante- con un contratto di servizio che, per la farmacia di via dei Goti, scade nel 2015. Se l’amministrazione recede da questo contratto il comune di Angri, sarà esposto a sanzioni, perché sarà chiamato in causa dal c.f.i. per i danni dovuti alla mancata gestione della farmacia. Quindi Mauri non può pensare di vendere la farmacia per fare cassa.”

L’assessore Squillante, a tal proposito, invita l’attuale maggioranza consiliare ad informarsi sui provvedimenti proposti dal primo cittadino, invece di dare tutto per scontato. Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here