Parcheggi, cittadini del centro chiedono istituzione abbonamenti

0

“Siamo stanchi di parcheggiare le nostre automobili dove capita, quasi ogni giorno in un posto diverso ed a continuo rischio di multe, vogliamo l’istituzione di abbonamenti-parcheggio a prezzi agevolati per noi residenti”. Sono esasperati numerosi residenti delle centralissime via Zurlo e via da Procida di Angri, circa quattrocento famiglie che vivono perlopiù in palazzi, delle quali soltanto meno della metà ha un box auto nel garage del proprio condominio.

Ciro Francese, dopo tanti anni di battaglie con i Verdi, è tra i promotori di un comitato spontaneo sorto recentemente tra i residenti delle due popolose arterie ubicate al centro della città (dove sono concentrate anche diverse attività commerciali ed istituti bancari), e si fa da portavoce del disagio comune: “Non chiediamo agevolazioni, ma a nome delle tantissime famiglie che non hanno un proprio box auto, di poter parcheggiare le proprie autovetture usufruendo di abbonamenti dedicati per i residenti.

-Ads-

Se ci guardiamo intorno o ci rechiamo in alcuni comuni viciniori, quest’iniziativa è stata già intrapresa altrove a livello comunale, non vedo perché non si potrebbe mettere in atto anche ad Angri”.

Al danno di non poter parcheggiare molto spesso nelle vicinanze delle proprie abitazioni (altri residenti ci confidano di essere sovente costretti ad allungarsi in Piazza Annunziata o nell’area del campo sportivo dove però negli ultimi mesi incombe il frequente incendio dei cumuli di rifiuti ammassati ai lati, siccome sono pochi i posti liberi nel vicino parcheggio delle ex Manifatture Cotoniere Meridionali ed in zona), si aggiunge la “minaccia” delle multe se il grattino è scaduto (e di multe, ci assicurano, ne fioccano molte anche qui).

Da qui, la sollecitazione all’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Pasquale Mauri di varare al più presto gli abbonamenti per i residenti, che con una modica spesa risolverebbero il problema a tantissime famiglie.

A settembre, se le cose non dovessero cambiare, i rappresentanti del comitato preannunciano l’inizio di una raccolta di firme, confidando di poter finalmente giungere ad una soluzione. Francesco Rossi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here