Sito di stoccaggio nell’area industriale?

0

In zona Taurana potrebbe sorgere un sito di stoccaggio provvisorio per i rifiuti, ma al momento non c’è la disponibilitá economica necessaria mancando all’appello 700mila euro.

E’ quanto si apprende dalla lettura del verbale dell’ultimo Consiglio comunale. Ad esporre l’idea è stato il sindaco Pasquale Mauri che ha prospettato questa possibilitá, visto che in quella zona ci sarebbero aree libere dove poter realizzare lo stoccaggio. Scartati, quindi, in via definitiva i siti precedentemente individuati di via Campia e via Satriano. A sconsigliarli anche una relazione tecnica dell’Arpac.

-Ads-

Tiene, quindi, ancora banco l’emergenza rifiuti nonostante l’amministrazione si sia affidata per lo smaltimento alla ditta privata E.S.A. srl, con sede in via Santa Maria.

Ciò per un periodo che non dovrebbe superare la fine del mese di agosto se i problemi per il conferimento presso gli impianti pubblici di Battipaglia e Santa Maria Capua Vetere dovessero essere risolti. Si è riaffacciata, quindi, la necessitá di realizzare un sito di stoccaggio provvisorio. La questione era giá stata affrontata durante le passate amministrazioni senza però una concreta soluzione. L’argomento è tornato d’attualitá.

L’obiettivo sarebbe realizzare il sito nell’area pip. Il primo cittadino ha dichiarato: «So che ci sono dei lotti disponibili all’interno del pip e ci vogliono circa 700mila euro, ma non ci sono soldi. Se volessimo prendere una decisione del genere sarebbe opportuno procedere con la vendita dell’immobile di proprietá comunale dove è collocata Angri Eco Servizi».

Poi ancora: «Abbiamo fatto redigere una perizia e ci hanno comunicato che quell’immobile ha un valore di 1milione400mila euro che vogliamo vendere all’asta. Se non c’è la vendita dell’immobile e il relativo acconto non possiamo comprare il lotto di via Taurana».

L’iter per poter ottenere le necessarie autorizzazioni non è però semplice. Occorrerebbero almeno sei mesi considerata anche la necessitá di dare vita ad una conferenza dei servizi per l’ottenimento dell’autorizzazione regionale. L’ubicazione del sito in quella zona dipenderebbe sia da spetti burocratici che economici.   Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here