Il Comune vende per fare cassa

0

Appartamenti, locali, fabbricati saranno venduti per fare cassa. Ora è un fatto acquisito. Il Comune intende introitare liquidità attraverso l'alienazione di alcuni beni immobili di sua proprietà. In sostanza, l'obiettivo sarebbe quello di incassare soldi per far quadrare i conti. Sullo sfondo la situazione delicata delle finanze cittadine.

La volontà dell'amministrazione, guidata dal sindaco Pasquale Mauri, è contenuta in una delibera dell'ultimo consiglio comunale (n.73) con cui è stato stabilito il piano delle alienazioni e delle valorizzazioni dei beni immobili non ritenuti strumentali all'attività istituzionale. Il periodo di riferimento è il tirenno 2011-2013. Sono molti gli Enti con difficoltà economiche a ricorrere a questa forma alternativa di entrate. Il denaro ottenuto dalla vendita dovrà, però, avere una precisa destinazione d'uso e reinvestito in opere pubbliche. Per ora si tratta di ventisei immobili.

-Ads-

E' quanto riportato nell'elenco allegato alla delibera consiliare ed al bilancio di previsione 2011. La maggior parte è costituita da appartamenti ben sedici e tutti ubicati in via Michelangelo, all'interno del popoloso rione 167. Le case sono composte dai cinque ai sette vani e quindi ampie tra i 100 ed i 120 mq. ognuna. Dieci di esse al momemento sono date in locazione e potrebbero essere riscattate dagli stessi occupanti. Non è stato però attributio alcun valore, essendo ancora da periziare.

Da stabilire anche la destinazione d'uso del denaro. Numerosi anche i fabbricati: sette e tutti ubicati all'interno del centro storico tra via Concilio e via Incoronati, tranne uno situato in via Crocifisso (attualmente occupato). Tre sono di grandi dimensioni, superando i 400 mq. Per due di essi è stato anche attribuito un valore: 150 mila euro (via Concilio), 350 mila euro (via Crocifisso). Se venduti le entrate dovranno servire per la ristrutturrazione e l'adeguamento delle palestre di via Nazionale e via Da Vinci.

Infine, dovrebbe essere ceduto anche un locale di 23 mq. in piazza San Giovanni, fittato fino al 31 marzo del 2016 ad un canone mensile pari a 500 euro. Il piano di dismissione dovrebbe inizirae nel corso dell'anno e terminare nel 2013. Da ricordare che già durante la gestione commissariale è stato venduto un capannone, dato in locazione a privati, e situato in via delle Fontane. Il Comune è anche proprietario di numerosi altri beni immobili tra cui terreni agricoli, box auto, due palazzine di tre piani dati in fitto da anni a prezzi politici. Pippo Della Corte (LaCittà)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here