Piano casa, tecnici e idee a confronto

2

Francesco Rossi – Come gettare le basi per creare le condizioni di favorire nuova occupazione e sviluppo della città con l'applicazione del «Piano Casa»: le proposte dell'Officina delle idee per il territorio di Angri. Con il segretario dell'associazione «Officina delle idee» Christian De Vivo, anticipiamo i punti cardine del convegno-incontro di domani sera (ore 19 nella sede dell'associazione in Corso Italia) con le imprese, i professionisti del settore edilizio ed i cittadini interessati, sulle possibilità offerte dal nuovo «Piano Casa» approvato il mese scorso in Consiglio Regionale.

«L'obiettivo principale di qualsiasi strategia che punti a contrastare l'attuale periodo di crisi economica e lavorativa – spiega il coordinatore dell'associazione, che annovera tra i suoi soci e simpatizzanti diversi liberi professionisti e tecnici – è quello di coordinare le risorse disponibili nel nostro paese, quali aziende, istituti di credito, liberi professionisti e singoli cittadini, per agevolare il loro modo di operare sul territorio, sfruttando gli strumenti normativi esistenti».

-Ads-

Fatta questa premessa, «A questo proposito, in seguito all'approvazione da parte del Consiglio Regionale della Campania del nuovo Piano Casa 2010, sollecitiamo l'Amministrazione comunale a farsi promotrice delle possibilità offerte dalla nuova legge». E qui, De Vivo entra nel dettaglio della proposta: «Auspichiamo, in particolare, che l'Amministrazione comunale possa farsi carico di incrementare il numero di tecnici, con contratto a tempo determinato, al fine di costituire un apposito ufficio che possa essere destinato esclusivamente ad esaminare le pratiche attinenti il Piano Casa, e ciò nel tentativo di agevolare i tempi burocratici ed ottenere immediate ricadute economiche sia per le casse comunali che per l'economia di mercato, di cui beneficeranno tutti i cittadini».

Il potenziamento dell'ufficio deputato ad esaminare le pratiche, quindi, è individuato dai componenti dell'associazione angrese quale punto di partenza per il miglioramento del servizio favorendo inoltre nuova occupazione con l'incremento di nuove unità tecniche negli uffici comunali di via Semetelle. A ciò, l'Officina delle idee aggiunge la proposta di «Individuare eventuali canali finanziari convenzionati, che possano agevolare gli sforzi economici sostenuti dai cittadini richiedenti», e su questo punto sarà aperto un dibattito con gli addetti al settore per individuare insieme il percorso più proficuo da intraprendere.

In ultimo, «Promuovere e pubblicizzare, con i vari mezzi di comunicazione disponibili, le possibilità offerte dalla normativa vigente. Con i rappresentanti delle imprese, i professionisti del settore edilizio ed i cittadini interessati – conclude De Vivo – discuteremo insieme queste proposte, con l'obiettivo di dettagliarle ed arricchirle con il contributo di tutti gli intervenuti».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here