Nasce la shopping card da un’idea di Giovanni Rossi

2

Undici commercianti di Angri per un’iniziativa natalizia comune promossa da un giovane webmaster attraverso il suo portale: una shopping card contro la crisi, con sconti dal 2% al 25%. E’ attiva da pochi giorni la “carta verde”, che consente agli acquirenti delle vetrine virtuali presenti sul portale internet www.angrishopping.com di usufruire di sconti anche considerevoli per i propri acquisti sotto l’albero. Un’ulteriore iniziativa per incentivare una nuova forma di shopping che sta prendendo piede ad Angri, dopo che dallo scorso 9 agosto è possibile conoscere offerte e sconti particolari direttamente da casa, collegandosi ad internet.

L’idea è di un giovane webmaster locale, Giovanni Rossi, da nove anni creatore di www.cuoregrigiorosso.it (punto di riferimento per tutti i tifosi angresi), che ha avuto l’idea di un portale interamente dedicato alle attività commerciali presenti sul territorio, arricchite sul sito dalle notizie degli eventi in città e dalle informazioni di pubblica utilità, come i numeri utili ed i turni delle farmacie.

Undici gli esercenti locali che hanno aderito alla shopping card, ai quali nei prossimi giorni se ne aggiungeranno altri. E gli sconti? Si va dal 2% per assicurare la propria autovettura, al 25% per l’acquisto di un paio di occhiali da sole, passando per il 20% per un capo di abbigliamento. “In un periodo di profonda crisi economica che investe soprattutto il nostro territorio – spiega il giovane webmaster Rossi – il portale sta riuscendo nell’intento di far incontrare domanda e offerta a livello locale, incentivando all’acquisto con sconti particolari che è possibile ottenere soltanto visitando il nostro sito e dotandosi dell’apposita card”. Su www.angrishopping.com,

“I commercianti hanno l’opportunità di far conoscere il proprio punto vendita attraverso foto e video, e pubblicizzare vendite promozionali e sconti particolari”. La shopping card può essere ritirata gratuitamente presso tutti i negozi che hanno aderito ed aderiranno all’iniziativa del portale angrishopping. E chissà che questo strumento non possa davvero aiutare nel periodo natalizio un comparto che, a livello locale, ha registrato negli ultimi anni significative chiusure di attività commerciali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here