Discariche in città, denuncia delle guardie ambientali-wwf

1

Prot. n° 223/2010 del 20/11/2010 Oggetto: Segnalazione abbandono rifiuti Le sottoscritte Guardie Ambientali Scarpato Ciro,Manzo Antonio,Di Donna Domenico in servizio presso il Nucleo Provinciale Guardie Particolari Giurate del WWF Italia di Salerno – Via San Leonardo 103, comunicano quanto segue:  Il giorno 16/11/2010 alle ore 15,00 nel comune di Angri in via largo Caiazzo (nei pressi del campo sportivo comunale), durante un regolare controllo di vigilanza ambientale, effettuato in seguito a numerose segnalazioni di cittadini residenti nelle aree circostanti, i suddetti agenti hanno rinvenuto un prefabbricato abbandonato di proprietà del comune dove, fino a 7-8 anni fa circa, era ubicata la Scuola Elementare II° Circolo Didattico.

Lo stabile attualmente si presenta in totale stato di abbandono, le pareti risultano parzialmente crollate e l’intera area è occupata da una notevole quantità di rifiuti speciali e urbani. Risulta probabile, da un primo sopralluogo, che i fenomeni di abbandono dei rifiuti si protraggano da alcuni anni e si siano verificati a causa della possibilità di accedere liberamente all’area, non essendo presente alcun cancello chiuso all’ingresso o altra struttura idonea ad impedire l’accesso. In particolare, tra i rifiuti speciali sono state rinvenute le seguenti tipologie: materie plastiche di origine e natura eterogenee, lattine di alluminio, inerti di origine edilizia, pezzi di materiale di origine elettronica, materassi, mobili in legno, resti di carrozzeria e interni di auto, pneumatici, elettrodomestici ingombranti.

-Ads-

La esamina dei rifiuti non ha consentito di rinvenire elementi utili per l’identificazione del/i responsabile/i dell’abbandono. Pertanto, considerato che abbandonare in modo incontrollato sul territorio tale tipo di rifiuto significa porre a rischio l’ambiente di gravi ripercussioni per quanto attiene l’inquinamento del suolo, sottosuolo e delle acque superficiali e di falda con riflessi negativi anche sull’igiene e la sanità pubblica e tenuto conto che l’ art. 192, comma 3 del D.lgs. del 20/04/06 n.152, stabilisce che “chiunque abbandoni rifiuti di qualunque genere è tenuto a procedere alla rimozione, all’avvio a recupero o allo smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi in solido con il proprietario e con i titolari di diritti reali o personali di godimento sull’area, ai quali tale violazione sia imputabile a titolo di dolo o colpa, in base agli accertamenti effettuati, in contraddittorio con i soggetti interessati, dai soggetti preposti al controllo e che il Sindaco dispone con ordinanza le operazioni a tal fine necessarie ed il termine entro cui provvedere, decorso il quale procede all’esecuzione in danno dei soggetti obbligati ed al recupero delle somme anticipate”; si segnala alla SV affinchè vengano adottati i necessari provvedimenti finalizzati alla rimozione dei rifiuti ed eventuali interventi di bonifica dell’area.

Lo scrivente Ufficio chiede di essere informato in merito al nominativo del funzionario responsabile, nonché delle misure che saranno adottate. In attesa di un Vostro riscontro, si inviano distinti saluti. Il Vice-coordinatore Nucleo prov. GG.PP.GG. WWF Italia Dott. Alberto Gentile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here