Fiducia a termine per i dirigenti comunali

1

Dirigenti comunali a scadenza. E' questo l'elemento che salta agli occhi dalla lettura dei decreti sindacali con cui il primo cittadino ha rinnovato gli incarichi ai responsabili delle unità operative complesse. I settori individuati sono sette, considerato che c'è stata l'istituzione del nuovo settore comunicazione e innovazione tecnologica. I decreti sono tutti dello scorso primo ottobre.

I capi settore, appartenenti alla categoria "D", hanno ottenuto una proroga nella loro posizione sino al trentuno dicembre 2010. L'obbiettivo non dichiarato sarebbe quello di effettuare una verifca di quanto prodotto a breve scadenza per compiere le dovute valutazioni. Rientra, infatti, nella potestà del sindaco nominare i responsabili degli uffici e dei servizi attribuendo loro incarichi dirigenziali. Gli incaricati, infatti, potrebbero anche subire avvicendamenti con eventuali sostituti.

-Ads-

Ecco chi sono i dirigenti ed i relativi settori: Angela Marciano (Affari Generali), Raffaele Raiola (Promozione Socio Culturale), Rosario Cascone (Polizia Locale e Protezione Civile), Vincenzo Ferraioli (Promozione, Sviluppo e Gestione Territoriale), Benedetto D'Ambrosio (Lavori Pubblici), Giuseppe Bonino (Programmazione e Risorse), Mauro Santaniello (Comunicazione, Formazione, Innovazione). Questi ultimi due sono contrattualizzati in qualità di esterni alla pianta organica comunale.

La decisione di rinnovare gli incarichi sino a fine anno rientra nel nuovo organigramma dell'ente risalente allo scorso quattordici settembre. E' scritto nei decreti che "la nomina dei responsabili degli uffici presiede al regolare espletamento dell'attività amministrativa" e che ai dirigenti sono riconosciuti anche in termini finanziari "autonomi poteri di spesa, di organizzazione delle risorse umane, strumentali e di controllo".

Si legge ancora che gli incarichi "possono essere conferiti in relazione alla natura e caratteristiche dei programmi da realizzare, sulla base della valutazione dei requisiti culturali posseduti, dal titolo di studio, delle attitudini e delle capacità professionali, nonchè dell'esperienza maturata in precedenza". Tutti i dirigenti oltre allo stipnedio base percepiranno anche una indennità di posizione che varia dai cinquemila ai diecimali euro lordi annui. Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here