Wi-fi, Mauri: “privilegiare le periferie”

3

In questi giorni la Rosanna Ferraioli, vice coordinatore provinciale di Noi Sud, attraverso un comunicato stampa ha chiesto “all’amministrazione Mauri di attivarsi per portare nel centro dell’Agro nocerino sarnese il nuovo ed esclusivo servizio di rete wireless che permette a computer portatili e palmari di connettersi alla rete internet gratuitamente e che ha già riscontrato un enorme successo in altre città come Salerno e Bologna”.

La possibilità di usufruire gratuitamente della connessione wi-fi in alcune zone della città di Angri era stata già vagliata da più parti anche durante la scorsa competizione elettorale, non da ultimo anche il Sindaco Mauri aveva già messo in cantiere quest’iniziativa. La proposta della candidata alle scorse elezioni per il consiglio regionale tra le file di Noi Sud Rosanna Ferraioli non poteva non trovare d’accordo il Sindaco Mauri, che stava già pensando a come realizzarla in maniera compiuta, con il contributo, lo studio ed il lavoro degli esperti del Comune relativamente al settore specifico.

-Ads-

“La rete è entrata in tutti gli aspetti della nostra vita, nel lavoro come nello studio, ed è diventata utilissima nelle commissioni quotidiane presso gli sportelli pubblici. Grazie a internet infatti possiamo ottenere servizi e informazioni evitando code e stress. Il servizio wireless gratuito nella Villa comunale di Angri potrebbe aiutare a sostenere queste necessità e dare una risposta alle richieste dei più giovani”, queste le parole della Ferraioli così come si evincono dal suo comunicato stampa, una proposta quindi, senza ombra di dubbio, di segno positivo.

Tuttavia il Sindaco Pasquale Mauri, inserendosi, attraverso un comunicato stampa in questo interessante dibattito per i cittadini angresi, relativo all'installazione di antenne Wi-Fi per un libero accesso a Internet, pone soprattutto l’accento sull’idea di partire dalle periferie “Gli esperti del Comune stanno valutando la possibilità di dotare alcuni punti della città di connessioni gratuite Wi-Fi. In un periodo di ristrettezza economica per tutti gli Enti locali sarà però necessario ponderare con cautela le scelte in merito alle tecnologie da utilizzare e, soprattutto, alle zone in cui intervenire. In molti hanno proposto l'installazione delle antenne nei Giardini di Villa Doria.

È senza dubbio un'idea stimolante, ma abbiamo il dovere di studiare in maniera approfondita tutte le possibili alternative. L'utilizzo di Internet in Villa, infatti, sarebbe di tipo ludico, e risulta difficile immaginare che si possa studiare o lavorare sul Web dalle panchine del parco cittadino.

È per questo che l'Amministrazione sta valutando la possibilità di intervenire in altri punti della città: nei quartieri densamente popolati come il Rione Alfano, o nelle zone non coperte dai servizi ADSL commerciali come le aree pedemontane o le campagne a nord di Via Nazionale. In questo modo si verrebbe incontro alle esigenze di quei cittadini che hanno bisogno di Internet per studiare e lavorare, e che hanno quindi necessità di accedere alla Rete direttamente dalle loro abitazioni.

Dobbiamo fare attenzione a non dilatare il cosiddetto digital divide, favorendo una zona o una fascia di popolazione a discapito delle altre. Una volta che avremo definito il quadro tecnico delle possibilità d'intervento del Comune, pubblicheremo un progetto che sarà discusso e condiviso con la cittadinanza.” Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here