Nuove tariffe per l’asilo nido comunale

0

“Non ho né aperto né chiuso l’asilo nido, voglio semplicemente rilanciarlo.” In questo modo esordisce l’Assessore Caterina Barba nel rilasciare delle importanti dichiarazioni in merito ad una problematica molto delicata, e tra le maggiormente sentite dalla collettività angrese: l’asilo nido. “Ho iniziato ad interessarmi all’asilo nido comunale – afferma l’Assessore Barba – da subito, fin da quando il Sindaco ha deciso di affidarmi la delega alla Pubblica Istruzione, e mi ha, di conseguenza, investita di un’importante responsabilità.”

“Sono stata all’asilo nido comunale- prosegue l’Assessore Barba – e ho constatato che i bambini presenti erano in numero scarso. Ho, quindi, cercato di chiedermi perché non ci fossero bambini in numero sufficiente in un asilo nido comunale, tra l’altro, fortemente richiesto dalla cittadinanza angrese, e trovare la risposta è stato estremamente semplice: le tariffe erano alte. Ritengo che il servizio di asilo nido in questa città sia fondamentale, e il Sindaco e la Giunta hanno accolto in pieno la mia proposta di abbassare le tariffe per rendere il servizio competitivo. “Invece di perdere tempo in parole e promesse, ho deciso di trovare, di concerto con l’amministrazione comunale, una risposta concreta.”

Ritenendo il servizio di Asilo nido un servizio fondamentale, finalizzato a offrire ai bambini e alle bambine un luogo di formazione, cura e socializzazione nella prospettiva del loro benessere psico-fisico, un servizio volto a sostenere le famiglie, con particolare attenzione a quelle monoparentali, nella cura dei figli e nelle scelte educative in modo da concorrere alla prevenzione delle diverse forme di emarginazione.

Abbiamo deciso, io e la Giunta tutta, di rivedere le tariffe deliberate dal Commissario Straordinario che partivano da euro 150,00 fino ad arrivare ai 350,00 euro al mese in base al reddito, richiedendo al tempo stesso al concessionario del servizio alcuni importanti miglioramenti nell’organizzazione dello stesso con l’intenzione di fare per l’anno scolastico 2010/2011 dell’asilo nido Comunale “Giovanni Paolo II” un modello da seguire con standard elevati.

Le nuove tariffe approvate nell’ultima Giunta Comunale partono da 100,00 euro per le famiglie a basso reddito e rimangono sotto i 200,00 euro al mese anche per le famiglie con un indicatore ISEE superiore ai 15.000,00 euro, ovvero per le famiglie con un reddito medio/alto. Abbiamo inoltre affiancato all’abbattimento delle tariffe dei criteri di applicazione che garantiranno la frequenza gratuita i bambini appartenenti a famiglie monoparentali con reddito basso, una vera e propria rivoluzione culturale e sociale, ma sottolineo concreta.” Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here