Lavori alla Casa del Cittadino

0

Ritorno a regime dell'asilo nido comunale e ristrutturazione della Casa del cittadino. Due importanti novità in arrivo ad Angri, dove l'Amministrazione comunale retta dal sindaco Pasquale Mauri intende sin dal prossimo settembre riaprire e far funzionare a pieno regime l'asilo nido comunale, la cui struttura di Corso Italia è stata chiusa per lavori nel 2007. Dopo tre anni, infatti, l’asilo tornerà a regime e così la casa del cittadinoche ospiteranno anche lcuni serrvizi comunali.

A dicembre, il servizio è stato ripristinato utilizzando un padiglione del Secondo Circolo Didattico di via Lazio, ma si sono iscritti soltanto sei bambini. L'obiettivo è ora impegnare circa duecentocinquantamila euro dal bilancio comunale per consentire a trenta bambini di poter frequentare l'asilo nido comunale, mentre con i fondi europei verrà riproposta la già funzionante "Sezione Primavera" per bambini dai tre mesi ai tre anni, che potranno essere fino a cinquanta unità.

-Ads-

Prevista anche la riduzione delle tariffe. Nell'ex sede dell'asilo in Corso Italia, invece, dovrebbero essere trasferiti alcuni uffici comunali e l'intero settore dei servizi sociali. Novità in vista anche per la Casa del cittadino in Piazza Doria, che continuerà ad essere anche sede dei consigli comunali, in quanto l'emiciclo del parlamentino cittadino non tornerà nella sala degli affreschi del Palazzo Doria.

Con una spesa di circa cinquantamila euro, saranno abbattute le colonne d'ingresso che ostruiscono la vista agli spettatori, nonché le colonne site alle spalle dell'emiciclo di legno che ospita i venti consiglieri comunali ed il sindaco. Ciò consentirà l'allargamento della sala, e l'istituzione in prospettiva anche di una sala stampa.

I fondi occorrenti per la ristrutturazione dell'ex Casino sociale proveniranno dalla recente vendita dell'area comunale di via Fontana. Con la restituzione di questi due spazi Angri si riappproprierà di una parte importante del suo territorio. Fondamentale servizio, qwuello dell’asilo, per chi pota i bimbi a scuola fin dalla più tenera età.  francesco rossi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here