Alzata del Quadro di San Giovanni Battista, una tradizione che si rinnova

0

Angri, è risaputo, è una città animata da un forte e interessante fermento culturale che affonda le sue matrici anche nella tradizione folklorica. Interessanti sono le feste di primavera, legate ai riti della fertilità e al ringraziamento. Riti suggestivi dai quali si avverte un’incondizionata aderenza popolare alle tradizioni calendariali che scandiscono forme di cultura improntate a schemi secolari consolidati e s’affidano a regole che non necessitano di troppe spiegazioni, perché in armonia con il ritmo della natura e delle opere agresti, anche se in via di dissoluzione. Spicca senza dubbio tra i numerosi eventi “primaverili” la festa del Battista San Giovanni, il patrono di Angri.

A Lui particolarmente devoti i contadini che nei secoli hanno tramandato la festa di inizio estate di legata, appunto, al patrono. Si celebra un ringraziamento che si esprime sotto varie ritualità, la più interessante forma liturgica sembra rimanere l’alzata del quadro.

L’elevazione dell’icona santa che avviene giusto un mese prima della processione del Santo, il 24 maggio, per le vie cittadine, tra i fragori delle batterie e la musica della banda musicale.

In ogni quartiere, in ogni rione e nei vicoli la gente devota alza il quadro raffigurante il Battista nero, lo eleva a protezione della zona. Negli ultimi anni l’ “alzata” ha conosciuto nuove istanze, una nuova trasformazione sociale, in linea con l’evoluzione sociale. Intorno all’evento sono nati vere e proprie associazioni come quella della “Big Amici di San Giovanni”.

Il Gruppo nato nel 2004, sempre al servizio del sociale, senza scopo di lucro, promuove al prolungamento Corso Italia di Angri, tradizioni e folklore. Accanto alla rituale alzata del quadro, l’associazione promuove anche attività ludico e ricreativa. Anche quest’anno, dopo il successo ottenuto nel 2009, l’associazione promuoverà una serie di eventi enogastronomici accompagnati da intrattenimenti ludico e musicali. L’associazione è, infatti, molto attenta al sociale, quest’anno, il ricavato della delle vendite attrattive della festa, verrà devoluto per l'anno dei bambini.   Luciano Verdoliva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here