Mino Raiola, da Angri ai vertici del calcio mondiale

0

E’ venuto a mancare l’angrese Mino Raiola. L’agente di numerosi calciatori si è spento questa mattina a Milano. Il noto procuratore di calcio era malato da tempo. Aveva 54 anni e aveva subito un intervento lo scorso gennaio.

Una vita condotta lontano dalla città di Angri, paese d’origine della famiglia. Carmine Raiola, detto Mino, nato a Nocera Inferiore, dal papà Mario Raiola e dalla madre Nunzia Cannavaciulo, ha vissuto per diversi anni ad Harlem in Olanda dove i genitori si sono trasferiti nel 1962 aprendo una pizzeria nella quale anche Mino ha lavorato per qualche tempo prima di lanciarsi nel mondo del calcio internazionale.

-Ads-

Per diversi anni ha raggiunto Angri dove si tratteneva per pochi giorni con l’obiettivo di incontrare qualche parente e trascorrere qualche giorno in compagnia di vecchi amici nella residenza estiva di Minori.

Al suo fianco da qualche anno il cugino Enzo Raiola che ha intrapreso il medesimo percorso nel mondo del calcio gestendo il recente trasferimento del portiere Gigi Donnarumma dal Milan al Psg. Personaggio vulcanico che ha rivoluzionato il mondo del calcio mercato facendo emergere in maniera prorompete la figura del procuratore di calciatori che proprio grazie a lui oggi ha assunto un notevole peso specifico nella bolla dell’universo calcistico.

Il sindaco Cosimo Ferraioli, nel 2018, aveva tentato di coinvolgerlo in un progetto di finanza esortandolo ad investire, realizzando un centro sportivo e foresteria, nell’area di Fondo Caiazzo. Una soluzione verso la quale i Raiola non hanno mai mostrato particolare interesse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here