Pass disabili, scovati 550 “furbetti”

0

Angri – Luigi D’Antuono

La ricognizione attuata dagli uffici dei servizi sociali ha fatto emergere dati inquietanti per quanto concerne la gestione dei contrassegni per disabili rilasciati dal Comune di Angri nel corso degli anni.

-Ads-

I dipendenti comunali hanno proceduto ad una minuziosa verifica degli avanti diritto, duemila cittadini, dalla quale è emerso che oltre 550 utilizzano attualmente il pass non avendo alcun diritto in seguito al decesso delle persone intestatarie del contrassegno per disabili.

Un dato preoccupante che ha indotto gli uffici di via Cristoforo Colombo a prendere i necessari provvedimenti avvisando in alcuni casi i familiari dei beneficiari che senza alcun diritto continuano ad usare il pass.

Il passaggio successivo potrebbe spingere l’Ente comunale ad inoltrare comunicazione alle autorità giudiziarie qualora i familiari si ostinassero a perpetrare la condotta non rispondente alle norme che regolano la concessione e la gestione del contrassegno che porta la marcatura della Comunità Europea.

Le operazioni di verifica hanno messo in risalto anche la presenza, nel medesimo nucleo familiare, di più contrassegni intestati alla stessa persona ma utilizzati per diverse autovetture. Nel caso specifico occorrerà controllare l’autenticità del documento e se rilasciato dal Comune di Angri le motivazioni che hanno indotto gli uffici di competenza a rilasciare ulteriori pass allo stesso intestatario.

“Il lavoro dell’ufficio preposto è stato laborioso ma alla fine siamo riusciti a risalire al numero dei contrassegni rilasciati dal Comune di Angri – spiega il vice sindaco Antonio Mainardi – l’operato dei dipendenti comunali ha consentito di risalire al numero preciso di targhettini che ci sono in giro per la nostra città ma anche di scovare quanti utilizzano in maniera impropria il pass destinato ai portatori di handicap”.

Al momento gli aventi diritto restano 1500 e una ulteriore verifica sarà portata avanti nei prossimi mesi al fine di individuare soluzioni per quanto concerne la sosta a pagamento sul territorio comunale che sotto la gestione della società privata “Angri Park” non prevede alcuna agevolazione per quanti sono in possesso del riconoscimento.

“Insieme alla società che gestisce i parcheggi stiamo valutando alcune ipotesi in grado di andare incontro alle necessità di quanti hanno effettivamente diritto ad esporre il contrassegno per disabili – continua il vice sindaco Mainardi – la sosta gratuita è un’ipotesi ma si stanno studiando soluzioni in grado di non penalizzare chi gestisce il servizio, ne stiamo discutendo e credo che nelle prossime settimane potremmo giungere al giusto compromesso tutelando i cittadini e il concessionario del servizio”.

Il pagamento della sosta da parte dei disabili è stato al centro delle polemiche con cittadini e associazioni locali che hanno esortato la “Angri Park” a prevedere la gratuità per quanti espongono il pass azzurro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here