Imu, dopo i parcheggi altra stangata per i cittadini angresi!

0

Tempi duri per i contribuenti angresi che dovranno fare i conti con la decisione dell’amministrazione comunale di elevare al massimo l’aliquota per quanto concerne l’imposta municipale propria (Imu).

-Ads-

Una scelta deliberata dalla maggioranza nel corso della seduta del consiglio comunale che ha incassato il voto contrario dei rappresentanti dell’opposizione.

La discussione, sviluppata ancora su piattaforma web, tra le varie anime del parlamento cittadino ha lasciato emergere la linea politica adottata dal sindaco Cosimo Ferraioli che ha confermato che “l’aliquota Imu pur rimanendo invariata rispetto allo scorso anno è la più alta possibile”.

Una tegola che si abbatte sulla collettività doriana costretta a fronteggiare la pesante pressione fiscale in un momento complesso. Dalle forze di minoranza sono arrivate proposte finalizzate a calmierare le aliquote per alcune fasce che vivono una condizione sociale complessa.

“L’amministrazione ha l’occasione di dimostrare con fatti concreti la vicinanza alla fasce deboli della città – spiega la consigliera Mariella Russo – accogliendo delle proposte di riduzione avanzate dal consigliere Mauri, per le fasce deboli finora è stato fatto davvero poco da quest’amministrazione e ora servono azioni concrete”.

Sulla medesima lunghezza d’onda il consigliere Domenico D’Auria che ha esortato il sindaco e la maggioranza ad attuare una politica più incisiva.

“E’ inutile lamentarsi continuamente quando poi non si mettono in campo scelte che devono tutelare l’ente in materia di recupero di somme di denaro che il Comune non riesce ad introitare, nel corso di questi anni è stato fatto poco in termini di entrate e ora la situazione appare ancora più difficile considerato che gli uffici sono ridotti all’osso, occorre fare in fretta qualcosa per garantire la liquidità”.

La scarsa capacità di incassare da parte dell’Ente comunale apre una voragine nelle casse comunali motivando l’amministrazione del sindaco Cosimo Ferraioli ad alzare al massimo i tributi di propria competenza.

Nel corso della seduta online si è provveduto anche all’approvazione dello schema di convenzione dell’azienda speciale consortile per la gestione dei servizi sociali e socio – assistenziali denominata “Comunità Sensibile” che nasce dall’intesa tra i Comuni di Angri, Scafati, Sant’Egidio Monte Albino e Corbara.

Sulla necessità di aderire al nuovo progetto delle politiche sociali ha relazionato l’assessore al ramo Maria D’Aniello che ha evidenziato la necessità di avviare questo nuovo percorso che dovrà garantire premialità dal governo regionale oltre i quattro milioni di euro già previsti ogni anno da palazzo Santa Lucia.

“L’azienda consortile garantirà sostegno in favore delle fasce deboli con tanti servizi e opportunità”, spiega la D’Aniello.

Designata anche la commissione paesaggio, la precedente scaduta nell’anno 2019, i componenti sono: Fontanella Maria Rosaria, Calabrese Pasquale, Piselli Aniello, Abate Alberto e De Rosa Francesco
I 3 supplenti sono: Silvestro Domenico, Sorrentino Paolo e Barbato Umberto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here