Bilancio, il Ministero salva il Comune: nuova proroga!

0


L’amministrazione comunale di Angri non è riuscita a deliberare l’approvazione del bilancio di previsione del 2020, la cui scadenza è stata prorogata al 30 maggio prossimo.


Lo strumento finanziario deve essere approvato in consiglio comunale e all’orizzonte non figurano convocazioni straordinarie e urgenti che possano consentire al governo cittadino di esprimersi e procedere alla deliberazione da parte del civico consesso.

-Ads-

L’amministrazione comunale, ancora una volta, rischia di entrare nella “black-list” dei Comuni che non hanno ottemperato alle indicazioni del Viminale che lo scorso mese ha differito la data ultima rinviando la scadenza dal 31 marzo al 30 aprile e, ora, a fine maggio.


In prima battuta il bilancio di previsione si sarebbe dovuto approvare entro il 31 gennaio, data che il Viminale ha poi prolungato fino al 30 maggio ma in Municipio le scadenze dettate dal ministro Luciana Lamorgese non sembrano togliere il sonno ai rappresentanti delle istituzioni.

La spaccatura tra alcuni responsabili delle unità operative complesse del Comune di Angri e la componente politica non sembra favorire la coesione tra le parti al punto che la flemma della macchina amministrativa non subisce sollecitazione alcuna.


Nel 2019 la mancata approvazione del bilancio portò al commissariamento del Comune per sei mesi prima che la magistratura ordinaria rivedesse la sentenza del Tar riabilitando il sindaco Cosimo Ferraioli e l’intero consiglio comunale.

Esperienza che avrebbe dovuto quanto meno imporre al primo cittadino di rispettare i termini relativi alla scadenza dell’anno in corso.

Funzionari dell’Ente di via Crocifisso e rappresentanti dell’amministrazione confidano esclusivamente in una nuova proroga che se da un lato mette al riparo da possibili provvedimenti da parte della prefettura di Salerno, dall’altro blocca alcuni processi amministrativi di assoluta importanza per l’interesse collettivo.


Le attività sono ferme al palo con una fase di stallo che ha pesanti conseguenze anche sull’ordinaria amministrazione che l’Ente comunale dovrebbe garantire nei servizi alla cittadinanza.

La responsabile del comparto finanziario, Angela Pauciulo, lavora per trovare soluzioni adeguate ad assicurare servizi e prestazioni che ad oggi, sono garantiti attraverso l’esercizio provvisorio dei “dodicesimi”.
Luigi D’Antuono
©RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here