Corso Italia, progetto da 4 milioni e mezzo dai privati

0

Un taglio del nastro per dare il via ai lavori che interesseranno il progetto di riqualificazione nell’area dell’ex complesso scolastico di Corso Italia.

Lungaggini burocratiche e ricorsi alla giustizia ordinaria hanno fatto slittare l’inizio dei lavori nei mesi passati. Il restyling dell’area rappresenta il primo passo verso la ripresa delle attività amministrative del governo Ferraioli dopo una perdurante fase di stallo.

“Si tratta di un intervento rilevante che si appresta a cambiare volto al centro della città – afferma il sindaco Cosimo Ferraioli – siamo difronte ad un progetto importante che finalmente entra nel vivo dopo anni di attese e di valutazioni, tale intervento fotografa le grandi difficoltà cui si va incontro nel nostro paese quando si devono realizzare opere pubbliche, è stata una lunga odissea con questo progetto partito nel 2009 ripreso dalla amministrazione che mi ha preceduto e poi portato avanti negli anni della mia amministrazione e oggi finalmente partiamo con l’inizio reale dei lavori”.

La zona è stata cantierizzata nel maggio del 2019 con le prime attività lavorative che hanno interessato l’abbattimento degli alberi e la rimozione di porte e finestre in alcuni padiglioni prima che il tutto fosse fermato dalle prescrizioni consegnate dal soggetto validatore del progetto.

“I tempi si dilatano a dismisura perché oltre alle difficoltà di carattere tecnico ed economico cui vanno aggiunti problemi di carattere giudiziario con i ricorsi delle imprese escluse che vedono sfumare la loro offerta e sono cose che capitano spesso quando si prende parte ad una gara ad evidenzia pubblica, è un quadro che rappresenta la realtà nella quale i comuni sono costretti ad operare”, precisa il primo cittadino.

E’ un intervento di project financing, sistema adottato dall’amministrazione del sindaco Cosimo Ferraioli, con un investimento alquanto oneroso pari a quattro milioni e seicentomila euro. Saranno i privati a sobbarcarsi l’investimento che ovviamente dovrà per gli stessi produrre in prospettiva un guadagno con la gestione dei parcheggi sull’intero territorio comunale.

Il programma di lavori prevede in prima battuta la realizzazione di un parcheggio privato che ospiterà centottanta posti auto, un piccolo anfiteatro in grado di ospitare manifestazioni all’aperto e una ludoteca.

“Vedere effettivamente l’inizio dei lavori in questa area è motivo di grande soddisfazione per noi – spiega il sindaco Ferraioli – abbiamo fortemente insistito affinché si realizzasse questo intervento che riqualifica una zona importante della città con un grande parco urbano, parcheggi a rotazione e servizi destinati alle attività commerciali e aree che prevedono servizi di aggregazione sociale”.

I tempi per la realizzazione si sono decisamente allungati rispetto agli iniziali dodici mesi previsti negli accordi e per ultimare i lavori serviranno almeno ventiquattro mesi considerato che da punto di vista tecnico dopo la demolizione del plesso bisognerà installare delle sonde per evitare che le vibrazioni possano incidere sulla tenuta dei palazzi che circondano la zona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here