Padre Olimpio, un vero figlio di San Francesco

0

Riceviamo e pubblichiamo –

La fraternità Ordine Francescano Secolare di Angri, piange la scomparsa di Padre Olimpio Petti.
Oggi 16 aprile, tempo dell’ottava di Pasqua, è ritornato alla casa del padre accompagnato dalla sua guida San Francesco.
Un vero figlio di San Francesco, questo era prima di tutto padre Olimpio.
È stato commissario provinciale, padre guardiano dei conventi di Sarno, Bagni, Nocera inferiore, ha svolto molti ruoli nella sua vita religiosa donando a tutti gioia e pace. La stessa pace che solo chi è in figlio di San Francesco può far trasparire.
Agli inizi degli anni 60 Lo ospizio- convento di via Risi, in Angri, fu abbattuto e solo grazie all’impegno di Padre Olimpio fu costruito l’attuale convento con la nuova chiesa. Gli angresi, dal gran cuore, collaborarono in modo generoso e per l’impegno assunto dal frate angrese è storico il gemellaggio con la gioventù francescana de l’Aquila.
Un frate unico, di quelli che quando lo incontri e lo segui, la tua vita cambia e non è più la stessa, proprio come è capitato alla sottoscritta .
Ha vissuto la sua fede in FRANCESCO e da predicatore ha portato la Parola del Vangelo nei posti e nei paesi di tutto il mondo, immerso sempre nei suoi libri ed in simbiosi con la “regola” del Santo.
Era una fonte inesauribile di cultura, un faro per tutti noi, esempio di umiltà dedizione e rettitudine.
Oltre che predicatore, era animato da spirito missionario ed apostolico, chi si rivolgeva a lui non rimaneva mai deluso. Al convento di Angri, la porta era sempre aperta a tutti , soprattutto alle famiglie in difficoltà .
Dal 2016 è stato trasferito al convento di Santa Maria degli Angeli in Nocera, ma il suo cuore ed i suoi pensieri sono rimasti qui ad Angri, con noi, dove ha guidato sempre spiritualmente ma dando sempre consigli alla nostra fraternità .
Ci ha dato tanto, resterà sempre nei nostri cuori e di chiunque abbia avuto il piacere di conoscerlo.
Adesso che ci hai lasciati soli, sei andato via nel silenzio abissale di questi giorni terribili, con l’umiltà che solo la regola può donare, ti lasciamo con una citazione amata da te di Sant ‘ Agostino e allo stesso tempo ti diciamo un addio insieme all’ultimo pace e bene :
“ asciuga le tue lacrime e non piangere se mi ami. Il tuo sorriso è la mia gioia .”
Addio .
Maria Grazia Rosato
Ministra OFS ANGRI
E tutta la fraternità .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here