Cimitero, videosorveglianza attiva con quattordici telecamere

0

Di Luigi D’Antuono

Sono operative le quattordici telecamere collocate sull’intera area cimiteriale che serviranno a monitorare il camposanto cittadino.

Una scarna comunicazione del primo cittadino, Cosimo Ferraioli, ha annunciato l’avvio del servizio di controllo attraverso un meticoloso impianto di videosorveglianza che potrà fungere da valido deterrente per ladri e vandali che in passati hanno fatto razzie nell’area cimiteriale.

La decisione di installare le telecamere fu concepita dall’ex commissario straordinario, Alessandro Valeri, all’indomani dell’ennesimo episodio di furto commesso, nello corso gennaio, all’interno del cimitero.

L’installazione del sistema di telecamere ha avuto un costo di poco superiore ai tredicimila euro e i lavori sono stati affidati alla società “CSR di T. D’Ambrosio” con trattativa con un unico operatore economico, effettuata sul Mercato Elettronico della pubblica amministrazione.

Numerosi sono gli episodi che si sono susseguiti negli ultimi anni con furti di oggetti di rame e danneggiamenti di alcune tombe che hanno suscitato l’indignazione delle istituzioni e di migliaia di cittadini. Lo scorso mese di giugno ignoti forzarono i sigilli apposti dalle forze dell’ordine ad un deposito portando via attrezzi e altro materiale utilizzato per la manutenzione.

Negli anni passati, invece, i ladri hanno saccheggiato le decine di tombe rubando vasi portafiori e oggetti in bronzo, che possono essere rivenduti consentendo modesti guadagni.

Furti che non hanno risparmiato nemmeno le cappelle private dalle quali sono state più volte asportate sculture e suppellettili di ogni genere. Il controllo dell’area cimiteriale viene, pertanto, affidato ad un preciso sistema di telecamere digitali che avrà il compito di tutelare la sicurezza dei cittadini che si recano a visitare i propri defunti ma anche di controllare eventuali azioni delinquenziali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here