US Angri, serve invertire la rotta

0

Il pareggio casalingo con il Buccino ha lasciato l’amaro in bocca alla tifoseria grigiorossa che dopo la debacle con il Sant’Agnello si aspettava una pronta reazione della compagine del cavallino rampante.

Reazione in parte arrivata ma in maniera tardiva considerato che la rete di Delle Donne nel finale ha solamente evitato un’altra capitolazione.

Il punto contro i rossoneri serve a muovere la classifica ma non alimenta i venti di ottimismo che erano cominciati a spirare nella città doriana all’indomani del doppio successo ottenuto a fine del girone di andata con Alfaterna ed Eclanese, squadre che occupano gli ultimi due posti in graduatoria.

Gli investimenti della società guidata dal presidente Francesco Limodio, l’entusiasmo ritrovato della piazza e l’arrivo di un consistente numero di nuovi calciatori aveva fatto sperare in una inversione di marcia repentina e produttiva in termini di risultati. Patron Limodio e i suoi collaboratori hanno operato sul mercato invernale e il tasso tecnico dell’organico è stato notevolmente elevato con l’approdo di calciatori che vantano esperienza nel campionato di Eccellenza e congeniali al progetto tecnico dell’allenatore Maurizio Coppola (nella foto) cui la società ha chiesto come primo obiettivo quello di tirarsi fuori dalla zona play-out.

Un traguardo che impone all’undici grigiorosso cambiare marcia e risalire la china ed evitare ulteriori passi falsi soprattutto in occasione delle gare disputate al “Novi” con l’appoggio del caloroso pubblico doriano.

Il calendario non strizza l’occhio alla squadra grigiorossa considerato che domenica prossima ci sarà l’ostica sfida in trasferta con la capolista Santa Maria di Castellabate che precederà la partita interna con il Faiano prima di andare a fare visita alla Palmese, altra leader del raggruppamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here