L’Angri sorride: tris di reti all’Alfaterna

0

U.S.ANGRI: Senatore, Volpe, Carrella, Della Femina (67’ Comegna), Magliocca, Alfano ( 90’ Masi), Siano (71’ Iapicco), Ferrara ( 55’ Di Palma), Sorriso A, Delle Donne, Vitale ( 85’ Loreto).
A disp: Calabrese, Sorriso G, Iovine . AllCoppola

ALFATERNA: Benevento, Bardini, Manzo (86’ Imperato, Natino (80’ Petrosino), Granato, Ayari, Di Giacomo (65’ Califano), Liberti, Ortis, Di Ruocco, ascione.
A disp: Caso, Petillo, Scannapieco, Salvato, Attanasio, Altamura. All. Sellitti
Arb: Tierno di Sala Consilina
Reti: 5’ Magliocca, 35’Ortiz (r), 54’ Vitale, 81’ Alfano.
Angoli: 2 a 1 per Angri
Amm: Vitale
Rec: pt 2’; st 6’
Angri: Bella gara tra due formazioni con l’impellente bisogno di fare punti per uscire dalle sabbie mobili di fondo classifica. I tre punti conquistati contro il Nuceria Alfaterna arrivano a giusto compimento di interventi tecnici atti a far crescere gara dopo gara la rinata U.S.Angri 1927. Infatti il mercato molto movimentato ha trasformato gli organici che hanno ora un’altra connotazione. Sul terreno di gioco sono stati presentati tra gli altri due calciatori che hanno cambiato casacca, Della Femina, ritorno in grigiorosso dopo la parentesi nocerina e Ascione dopo l’avventura in grigiorosso. Entrambi hanno dato il massimo lasciando un buon ricordo e lasciati partire a malincuore.

Al suo esordio in grigiorosso Della Femina ha riconfermato la propria bravura a centrocampo ritornando ad essere il mediano di qualche anno fa; mentre Ascione sulla sua fascia di competenza ha dato filo da torcere ai difensori grigiorossi.

I ventidue in campo per tutti i novanta minuti non si sono risparmiati; i padroni di casa hanno creando molte occasioni nell’area avversaria mentre l’Alfaterna ha potuto realizzare un gol solo su un rigore generosamente decretato dal direttore di casa. Ma questo non ha minimamente scosso i grigiorossi che sempre più concentrati hanno alla fine avuto la meglio sulla coriacea Nuceria Alfaterna.

Partono di gran carriera i ragazzi di mister Coppola e dopo aver pressato gli avversari fino a farli arretrare nella propria area passano in vantaggio con un colpo di testa di Magliocca che sfrutta con tempismo una punizione di Della Femina. Reagisce subito l’Alfaterna ma è Vitale a farsi pericoloso al 10’ con un tiro ravvicinato che va di poco oltre la traversa.

L’occasione si ripresenta a Siano che al 20’ impegna Benevento che si rifugia in angolo. L’occasione più ghiotta al 25’ quando lo scatenato Vitale si libera dei suoi francobollatori, supera anche il portiere ma a dirgli di no è stato Manzo che sulla linea allontana. Passato il pericolo l’Alfaterna riorganizza le proprie fila e cominci a fare sentore la propria presenza in campo tanto da ottenere la massima punizione al 35’ che Ortiz non sbaglia.

Galvanizzata dalla rete l’Alfaterna gioca con più scioltezza mentre tra le fila dell’Angri comincia a serpeggiare il timore di ripetere le gare precedenti. Si va comunque a riposo con il risultato di pareggio. Al rientro l’Angri sembra ritrovare la verve dei primi minuti della partita, attacca con più convinzione e al 54’ Ciccio Vitale sale sugli scudi osannato dai circa settecento tifosi accorsi allo stadio con tanto entusiasmo e fiducia nel nuovo corso societario. Per la cronaca il numero dieci dell’Angri con rapida serpentina dribbla tutti e appoggia la palla alle spalle di Benevento.

L’Alfaterna però non ci sta, continua il suo pressing sguarnendo la propria difesa. L’Angri ora colpisce in contropiede e all’81’ mette al sicuro il risultato con Alfano che gira in porta dopo una furibonda mischia in area e al novantesimo spreca una ghiotta occasione con Delle Donne poco preciso nello smarcare un compagno di reparto.
Vincenzo Vaccaro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here