Solo pari per i grigiorossi contro la Battipagliese

0

U.S.Angri: Calabrese, Volpe, Carrella, Coppola (75’ Montuori), Loreto A, Loreto m, Thiongo (46’Barone), Comegna, Ascione (77’Tarallo), Manco (46’Nunziata)
A disp: Mascolo, Marino G, Coraggio, Visciano, Masi. All: Coppola M.

F.C.Battipagliese: Spicuzza, Anzalone (81’Senatore), Mejri, Lopetrone, Russo, Manzi, Novi (81’Di Lillo), Falco (63’Sansone), Trimarco (74’ Delle Donne), Tenneriello (81’ Consiglio), Odierna.
A disp: Farina, Formisano, Troisi, Toscano. All: Viscido

Arb: Mirabella di Acireale
Reti: 40’ Lopetrone, 52’ Ascione
Angoli, 3 a 1 per Battipagliese
Amm: Manzi, Odierna, Delle Donne.
Rec: st, 6’
Note: espulso al 94’ Viscido, l’allenatore della Battipagliese.
Angri: gran bella partita con repentini capovolgimento di fronte al Novi di Angri tra due formazioni che si sono affrontate a viso aperto onorando l’antica amicizia e fratellanza tra i due popoli supporters. Gran festa che doveva suggellare l’antico gemellaggio purtroppo negata per l’ordinanza che vietava l’ingresso ai bianconeri. Comunque durante tutta la partita dagli spalti nessun coro e nessuna coreografia in segno di rispetto per gli assenti. Al fischio del signor Mirabella, l’Angri si riversa subito in avanti sorretta dall’entusiasmo del nuovo corso che sta facendo vedere i suoi frutti. La infermeria si va sempre più svuotando consentendo così al nuovo tecnico Coppola di poter disporre quasi dell’intera rosa. Ha l’imbarazzo della scelta e lascia all’inizio in panchina Barone, Tarallo Nunziata e Marino, schierando Thiongo in cabina di regia e in attacco Marino sostenuto da Manco e Ascione. Fanno sentire la propria pericolosità i grigiorossi al 14’ quando su assist di Manco, Marino si incunea impensierendo seriamente l’estremo Spicuzza che si rifugia in angolo. L’Angri insiste nel suo atteggiamento d’attacco e per quasi una mezz’ora comanda il gioco. Con il passare dei muniti i bianconeri si riorganizzano a centrocampo cominciando a pungere i padroni di casa controbattendo agli attacchi grigiorossi. Al 40’ la Battipagliese usufruisce di un calcio di punizione dal limite, calcia lo specialista Lopetrone che centra l’angolino alla destra di Calabrese. Il gol è una doccia fredda, ricompaiono i fantasmi del passato perché dopo tanta supremazia territoriale non si è riusciti a evitare la beffa. Mister Coppola dopo il riposo si gioca la carta Barone e Nunziata; ne beneficia la manovra, arrivano più assist per il bomber Marino molto ben controllato dai centrali Russo e Manzi che puntualmente anticipano il numero 9 angrese. Al 52’ bella azione in profondità, a darne l’inizio Barone che entra in area, i difensori bianconeri lo chiudono commettendo anche fallo, si è avuta l’impressione che il direttore di gara attendeva l’epilogo dell’azione per fischiare l’estrema punizione. È invece Ascione a sciogliere il dilemma con un tape-in insacca per la gioia di quanti erano presenti in tribuna. È ancora Ascione al 75’ a mettere in movimento Nunziata che conclude sfiorando il montante della porta difesa da Spicuzza. Ancora emozioni all’80’ con uscita a valanga di Spicuzza su Marino lanciato in contropiede e lasciato solo in area di rigore. Un minuto dopo due opportunità per le due squadre che sfiorano il colpaccio su azioni di contropiede.
Vincenzo Vaccaro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here