Quartiere 167, Alfonso Scoppa: “solo cemento e dormitorio”

0

La cementificazione che attende la città di Angri e in particolare il quartiere 167 sta alimentando il confronto politico e mettendo in allarme i residenti del popoloso quartiere.

Almeno ottanta sono le abitazioni che saranno costruite tra via Stabia e via Leonardo da Vinci con una nuova onda di cemento che si avvia a travolgere l’intera area della città.

Una condizione che sta provocando il dissenso di esponenti politici che reclamano maggiori servizi per una zona da anni lasciata al proprio destino.

“Oggi si autorizzano ancora gravami urbanistici, da affidare ovviamente a privati – scrive l’ex consigliere comunale Alfonso Scoppa – mai saranno realizzate le aree a servizio e rimarrà tutto cemento e dormitorio. L’amministrazione ancora una volta finge per giustificare. L’intero rione Alfano, rappresenta un’opera mai compiuta. Di fatti per il quartiere, era prevista la realizzazione di aree di completamento a servizio della città, ad oggi inesistenti. Tutta quella zona che devasteranno la si dovrebbe dunque attrezzare e manutenere con pochi soldini ma con grandissima utilità essendo uno degli ultimi e rari spazi verdi in mezzo al grigio dell’asfalto. La città è di tutti, tornate indietro, queste sono scelte deleterie, avventate ed imprevidenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here