L’Angri non sfigura al cospetto della Nocerina e ritrova l’entusiasmo della gente

0

Ha fatto il suo esordio stagionale l’U.S. Angri 1927 di fronte al pubblico amico con un’amichevole di eccezione. Il presidente Giuseppe Giugliano, per il debutto al Novi e per la presentazione della squadra ai propri sostenitori, ha voluto una formazione di eccezione quali i professionisti della Nocerina. Il pubblico, un po’ per curiosità un po’ per ritrovare il vecchio orgoglio grigiorosso, ha riempito le gradinate dello stadio Novi con lo stesso entusiasmo di una volta. Sono ricomparse le bandiere, e i cori gioiosi di una volta hanno accompagnando i nuovi beniamini in campo. Mister Amura, subentrato da pochi giorni al dimissionario Squillante, ha approfittato dell’amichevole anche per saggiare la condizione fisica dei suoi giocatori ed eventualmente provare a dettare le prime informazioni sul futuro assetto tattico.

Al di là del risultato, largamente a favore della Nocerina, 4 a 0, il tecnico grigiorosso avrà avuto le giuste informazioni per l’esordio ufficiale di domenica prossima in coppa Italia, un torneo che certamente non sarà snobbato. Sul terreno del Novi l’Angri è scesa con Chimenti, Liguori, Gentile, Labaro, Vollono, Salvatore, Schettino C, Manzo, Montaperto, Polverino, Ferraioli, mentre nella ripresa mister Amura ha voluto rimescolare le carte inserendo Schettino H, Pappadio, Magliano, Senatore, Izzo, Agata, Russomanno, Guadagnuolo. La Nocerina, nel primo tempo si è schierata con Esposito, Cremaschi, Vitale, Ramadi, De Franco, Dottor, Cristofari, Ficarrotta, Jogan, Vrialese, Macore, nel secondo tempo mister Fontana ha provato un’altra formazione schierando Gragnaniello, Kostadinovic, Rizzo, Sabbione, Romito, Borigelli, Palma, Paz, Evacuo, Lepore, Martinez. Ha arbitrato il signor Langella di Napoli.

-Ads-

I marcatori, nel primo tempo Malcore, nel secondo tempo Evacuo, Sabbione, Martinez. Da segnalare comunque un’azione di Montaperto al 20’ del primo tempo che con un diagonale ha sfiorato il secondo palo.

L’Angri del primo tempo è sembrata più compassate e guardinga, poche sono state le occasione per i rossoneri di mister Fontana di passare in vantaggio, anzi il gol di Malcore è nato da una indecisione a centro campo dei ragazzi di Amura che credendo falloso l’intervento d’anticipo della punta nocerino lo ha lasciato correre da solo con tutti i giocatori ad attendere il fischio dell’arbitro. Una occasione e non una chiara azione hanno sottoposto i grigiorossi al primo passivo.

Nella ripresa la Nocerina è sembrata più intraprendente sfruttando gli ampi spazi lasciati dai grigiorossi, impegnati per lo più a tentare di limitare il passivo, che concedono altri tre gol realizzati con cinica freddezza. Comunque a tratti l’Angri non ha fatto sentire la differenza di tre categorie impegnandosi fino all’ultimo andando vicino al gol se il direttore di gara fosse stato più fiscale su un fallo da rigore non concesso.

Alla fine il presidente Giugliano si è dichiarato soddisfatto per come si sono comportati i ragazzi in campo e per come il pubblico ha risposto alla prima chiamata, promettendo anche altri inserimenti nella rosa già molto competitiva, primo fra tutti il difensore Imparato. Il direttore sportivo Checco Vitaglione, nel garantire agli scettici l’inizio di un lungo sposalizio del team Giugliano con Angri, non ha nascosto propositi vittoriosi già da quest’anno. Vincenzo Vaccaro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here