Polizia locale, parte la riorganizzazione del servizio

0

Traffico e viabilità: il comando della polizia locale retto dal maggiore Anna Galasso ha previsto una riorganizzazione interna. In qualità di vice comandante è stato riconfermato il capitano Francesco Esposito, da lunghi anni in servizio presso Palazzo di Città. L’obiettivo è affrontare nel migliore dei modi, stante l’organico e i mezzi a disposizione, l’annoso problema del traffico automobilistico cittadino. L’ultimo concorso comunale per l’assunzione di vigili urbani a tempo indeterminato risale all’inizio degli anni Ottanta.

Da sottolineare che a pesare è anche il transito causato dai mezzi pesanti la cui presenza tende ad intensificarsi in particolare durante i mesi estivi, vista la campagna di trasformazione del pomodoro. Altra problematicaannosa è legata alla carenza di ampie aree di sosta nei pressi del centro cittadino, considerato che le strisce blu non hanno infatti prodotto i benefici sperati. Ad oggi i caschi bianchi cittadini sono venti. Si tratta, quindi, di unorganico ridotto all’osso.

-Ads-

Il regolamento di polizia locale è del 2004 e ad oggi è ancora valido, quindi l’organizzazione interna decisa dal dirigente è in linea con quanto già previsto. Il settore è stato pertanto diviso in sei sottostrutture ciascuna avente compiti precisi. Si tratta delle Unità operative semplici, diramazioni dell’Unità operativa complessa.

Ecco quali sono: polizia stradale, viabilità e contenzioso, polizia giudiziaria e tutela del territorio, polizia territoriale e amministrativa, protezione civile, sanità. Una pluralità di funzioni alcune delle quali vengono portate a termine con l’ausilio dei volontari della protezione civile. Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here