Altra umiliazione per l’Angri Calcio: il Trentinara ne fa sette (7-2)

0

A.S.ANGRI: Brancaccio M, Brancaccio G, De Prisco A (55’ Ruggiero), Manzo, Gabbiano, Pepe, Scarlato (60’D’Auria), De Prisco E, Mercurio, Vertolomo (53’ Alfano), Montella. A disp: Cirillo, Cesarano, D’Ambrosio, Brondi. All. Rega

REAL TRENTINARA: Mazza, Cerrato, Delfino (73’ Noce), Coccorullo, Guerrera, Coccaro, Consiglio (52’ D’Angelo), D’Andria P, Campione (55’ Pecora), Sica, Sileno. A disp: D’Alessandro, D’Andria G, Marino, De Biase. All. Condemi

-Ads-

Arb: Rossi di Torre del Greco

Reti: 11’ Campione (r), 16’ Montella (r), 41’, 54 Campione, 79’, 86’Pecora, 85’ Sica, 88’ Sileno, 90’ Montella (r). Brancaccio para un rigore a Sica al 39’ Angoli: 7 a 0 per Trentinara Ammoniti: Gabbiano, Scarlato, Montella (A) Sileno (T) Rec: Pt 2’; St. 2’

Nell’ambiente dell’Angri Calcio, dopo la decisione di mandare in campo i giovani della Primavera, si spera che questo campionato venga archiviato al più presto. Mancano ancora due gare da vivere con intensità per il coraggio che hanno avuto dirigenti e tecnico nel presentare una formazione di giovanissimi che alla fine si stanno ben comportando avendo in tre gare di campionato, intervallate nel turno infrasettimanale dai play off del torneo giovanile, incontrato le prime tre della classifica.

Un plauso quindi ai ragazzi che senza timori riverenziali stanno crescendo in esperienza e mettendo anche i brividi agli avversari vedi il primo tempo con il Torrecuso e il primo tempo con il Trentinara che per l’occasione ha segnato il ritorno a casa dei grigiorossi dopo un campionato giocato volontariamente lontano dal Novi. Purtroppo il ritorno tra le mura amiche non è stato felice l’A. S. Angri che nonostante l’impegno profuso specie nei primi venti minuti incassa un’altra sconfitta che più di tutte brucia per come si è concretizzata.

La banda dei giovani di Bruno Rega, tutti classe ’95 e 96’, finchè ha potuto si è fatta rispettare e ha ceduto solo nel finale accusando la stanchezza accumulatasi nelle gambe per effetto di 5 partite in due settimane. Davvero un eccessivo dispendio di energie visto che i giovani grigiorossi hanno dovuto partecipare anche ai play off del torneo giovanile giocando e vincendo addirittura ai supplementari alla vigilia della gara con il Vico Equense. Impietosa come lo fu il Vico domenica scorsa, è stata il Real Trentinara che ha sfruttato il calo di tensione dei padroni di casa nel finale di partita superando in poco più di undici minuti i giovanissimi avversari realizzando 4 reti.

Al fischio del signor Rossi partono bene i padroni di casa che nel pieno delle forze fisiche mettono nell’angolo la più quotata avversaria, molto mobile Scarlato che al 6’ mette in allarme la difesa del Trentinara. All’8’ Sileno cerca la conclusione da lontano è attento Brancaccio a neutralizzare. All’11’ mischia in area grigiorossa, la palla rimbalza male e colpisce il braccio di De Prisco E. per il signor Rossi è rigore che Campione realizza. L’Angri non ci sta, si riversa nella metà campo avversaria e conquista un rigore al 16’ per atterramento di Montella. Il mancino batte dal dischetto e insacca.

L’Angri raggiunto il pari prende sempre più confidenza con l’avversario sciorinando anche un bel calcio. Al 34’ un tiro da centro campo senza pretese rimbalza mettendo fuori causa Pepe favorendo l’inserimento di Campione che tutto solo spara a lato. Un minuto dopo su calcio di punizione Sica impegna Brancaccio che si rifugia in angolo. Al 39’ ancora un fallo di mani a commetterlo stavolta Manzo, calcio di rigore battuto da Sica e parato da Brancaccio. Col passare dei minuti però comincia a farsi sentire la stanchezza per l’acido lattico accumulato nei muscoli mercoledì scorso. La squadra angrese diventa meno lucida, concede spazi agli avversari che al 41’ passano in vantaggio con Campione partito sul filo del fuori gioco. Si pensava che il riposo facesse rinvigorire i ragazzi di Rega e di fatto mostrano più voglia al ritorno in campo ma è fatale l’errore a centro campo al 54’ che consente a Campione, servito da Sileno, di portare a tre il numero delle reti.

Al minuto 58’ l’Angri spreca malamente un’azione di contropiede, Montella chiuso tra due avversari, tenta di liberare Mercurio ma il passaggio risulta fuori misura e corto. Con quest’azione l’Angri esaurisce le proprie forze anche se resta spesso nella metà campo avversaria offrendo il fianco ai contropiedi del Trentinara. La squadra ospite al 79’ dilaga con Pecora, imitato all’85’ da Sica; ancora con Pecora un minuto dopo e Sileno all’88’. Impennata di orgoglio nel finale, Montella in area trattiene la palla subisce fallo e grazie al rigore concesso rende meno amara la sconfitta. Vincenzo Vaccaro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here