Impianti sportivi che degrado! L’indifferenza del governo Mauri

0

L’incuria mostrata dal governo cittadino nei confronti degli impianti sportivi rischia seriamente di acuire i disagi e aumentare le difficoltà per le tante realtà sportive presenti sul territorio. Lo stato di abbandono sta accelerando la fatiscenza di campi sportivi e palestre finiti nel dimenticatoio per la mancanza di una pianificazione lungimirante e tra l’altro non si riesce ad assicurare nemmeno l’ordinaria manutenzione.

La fotografia dell’indifferenza del governo Mauri è prodotta dalla fatiscenza dello stadio “Novi”. Il grande impianto cittadino ha ospitato la “stracittadina” tra le due compagini di calcio militanti nel campionato di Eccellenza e la scorsa settimana è stato teatro di un raduno di giovani calciatori che ha richiamato la presenza di tecnici e osservatori di società di serie A.

-Ads-

Il pessimo stato del campo di gioco ha fatto indignare persino gli addetti ai lavori provenienti anche dal Nord Italia. Una figuraccia consumata tra l’assoluta indifferenza dei vertici istituzionali ignari che sul territorio esistono molteplici realtà che lamentano carenze di spazi.

Gli sportivi che hanno assistito al “derby” tra US e Angri Calcio hanno dovuto fare i conti con fetori generati dalla rottura di qualche condotta fognaria nella zona sottostante gli spogliatoi dove, tra l’altro, una perdita d’acqua (spreco pagato dai cittadini…) ha creato uno strato consistente di melma che rende ancora più irrespirabile l’area per i malcapitati spettatori.

Al governo capeggiato dal sindaco Mauri va, però, ascritto il merito di essere riuscito a trasformare il fiore all’occhiello dell’impiantistica cittadina in un deprimente e poco fertile “campo di patate” che nella mente “bizzarra” di qualche amministratore potrebbe divenire un redditizio parcheggio per auto. Chapeau!!!   Luigi D'Antuono  (foto: archivio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here