US Angri, sconfitta a tavolino, multa e penalizzazione

0

Dura solo pochi giorni la gioia in casa Us Angri dopo il pareggio a reti bianche contro la Libertas Stabia. La società del presidente Gianni Ferrara è stata infatti punita con la sconfitta per 3-0 a tavolino, relativamente alla gara esterna contro il Massalubrense (22^ giornata). La compagine grigiorossa non s’era presentata allo stadio, adducendo come giustificazione un guasto al bus che avrebbe dovuto condurre gli atleti a Massalubrense.

Questo il testo integrale del dispositivo redatto dal Giudice Sportivo: Il G.S.T., sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 83 del 21.2.2013, pag. 1739, visto il preannuncio di reclamo inviato tempestivamente, rileva che lo stesso è sottoscritto da persona non legittimata, in quanto non censita nell’organico della reclamante (Luigi Ferrara) ed inoltre la società istante non ha provveduto alla presentazione del competente reclamo e della relativa prova dell’avvenuta comunicazione del reclamo alla società controparte (art. 46, comma 1, C.G.S.).

-Ads-

Questo G.S.T, tenuto conto dell’obbligo, sancito dal Codice di Giustizia Sportiva (art. 33, comma 8), a carico dell’organo giudicante, di gravare della relativa tassa il reclamo, anche se soltanto preannunciato; per tali motivi delibera di dichiarare inammissibile il reclamo, in quanto preannunciato senza rituale seguito; di infliggere alla società, ai sensi dell’art. 53 delle N.O.I.F., la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3, la penalizzazione di un punto in classifica e l’ammenda di € 250,00, relativa alla prima rinuncia; dispone addebitarsi la tassa reclamo, non versata, sul conto della società Real Nocera Superiore. Giuliano Pisciotta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here