Un Natale all’insegna di iPhone 5?

0

Quest’anno sotto l’albero di Natale uno dei regali più presenti sarà sicuramente il nuovo iPhone 5 della Apple, ultimo nato della fortunatissima serie di smartphone della mela morsicata. I tanti diffusi rumors ed indiscrezioni nei mesi precedenti la sua uscita hanno portato nell’immaginario di tutti gli appassionati di questo smartphone più e più versioni e disparate forme e dimensioni, fino a svelarne la vera forma a pochi giorni dall’uscita ufficiale del telefono: si parlava di batteria maggiorata, più grande e capiente, di schermo più grande, di materiali e formfactor del tutto dissimili allo stile tenuto finora dalla Apple ed invece no, per tutti il tanto atteso iPhone 5 è stato un po’ una scoperta inattesa, praticamente identico ad iPhone 4 e 4s, se non fosse per i materiali e per lo schermo, stesso formfactor quindi, ma allungato, con una diagonale di 4 pollici, stretto e lungo per farla breve, un piccolo telecomando praticamente.

-Ads-

Ma veniamo al terminale. Di buona fattura e buoni i materiali, questo iPhone 5 segna l’ennesima svolta nel processo costruttivo per Apple che, chiedendo un notevole sforzo ed un forte impegno all’azienda cinese a cui ne ha commissionato l’assemblaggio, riesce ad avere un prodotto finito e di bell’aspetto, leggero compatto e con una buona sensazione di durevolezza e pregio al tatto, è comodo nell’impugnatura e nell’uso, grazie anche alle dimensioni, ancora notevolmente contenute rispetto ad altri smartphone concorrenti.

La confezione del nuovo arrivato rispecchia anch’essa i canoni Apple, compatta ed elegante, all’interno troviamo le nuove cuffie auricolari EarPods di Apple, di ottima qualità sia costruttiva che per resa sonora, abbiamo poi il connettore USB/Lightning, il caricabatteria USB, piccolo manuale d'uso e la graffetta per estrarre il cassettino della nano Sim, nuova versione delle prossime Sim che verranno immesse in futuro sul mercato. La nuova generazione di iPhone è in bianco o nero, con finiture diverse abbinate al colore predominante, ha tre tipi di memoria, con tagli da 16, 32, o 64 giga. Le dimensioni sono di 123,8 mm per l’altezza, 58,6 mm per la larghezza e soli 7.6 mm lo spessore. Il peso è di 112 grammi.

Il telefono è dotato del canonico tasto Home, ormai onnipresente sui device di casa mela. Questo terminale, sulla parte anteriore presenta i comuni sensori ed una cam da 1.3 megapixel, poi seguono i tasti volume nel lato, il tasto accensione alla sommità, nella parte inferiore invece troviamo il piccolo altoparlante di sistema, l’entrata per il nuovo connettore Lightning, entrata cuffie ed il microfono, coadiuvato da un secondo microfono sulla parte frontale del telefono ed un terzo per la soppressione dei rumori sul retro, dove è posizionata anche la camera da 8 megapixel con flash a led. Il nuovo nato della casa di Cupertino, anche se invariato rispetto ai predecessori esteticamente, porta nel cuore molte novità, a partire dal nuovo processore A6 di produzione Samsung, ahimè ancora un dual core per casa mela, ma che con ingegnerizzazione proprietaria ed una buona scheda video della gloriosa serie PowerVr ben si difende da molti quad core ben più blasonati. La Cpu può arrivare fino a 1.3 Ghz a core, mentre la ram è 1Gb.

La connettività è completa con tutte le reti dal Wifi-N alla LTE, presente Il BTH 4.0 ed il Gps. Un plauso ad Apple che, con l’ausilio di partner come Samsung e Sharp, ha dotato questo iPhone 5 di un display molto bello, piccolo ma altamente risoluto. Buona la fotocamera, fa buoni scatti con un’ illuminazione ottimale, ha sia autofocus che HDR; semplice ed intuitiva, gira anche video a 1080p ossia FullHd, ormai uno standard già dalle 5 mega. E’ possibile scattare foto durante la registrazione ma non è possibile effettuare lo zoom. La messa a fuoco non è continua, ma si attiva con un tocco sul display, invece tenendo premuto il dito sul display è possibile anche bloccare l’esposizione.

Di rilievo, finalmente anche per iPhone, la funzione scatto panoramico e con l’ausilio della camera frontale la tanto attesa video chiamata, svincolata per fortuna, dopo anni, dal sistema Facetime su Wifi, quindi come un vecchio Nokia n73 anche noi dal nostro amato melafonino potremo fare una banale videochiamata su rete 3G ed usufruire finalmente di questo semplice servizio. Questo ultimo nato porta con sé anche la nuova versione di iOS, la numero 6, più completa e facile da usare, apporta alcune migliorie rispetto alla precedente, facendo affidamento anche sulla rinnovata base tecnologica. La parte telefonica è buona e l’audio discreto, in più, oltre alle succitate nuove funzioni come le foto panoramiche e la video chiamata, implementa le mappe proprietarie, ancora in fase di startup purtroppo, visto che molti in tutto il mondo sanno che non sempre ti porteranno nel luogo designato, ma col tempo miglioreranno. Altra piacevole scoperta è Siri, finalmente disponibile anche in italiano.

La navigazione web del iPhone 5 è piacevole e veloce, complici molteplici fattori, come la mancanza di flash player, la versione del web solo per smartphone e non desktop come per Android e la rinnovata Gpu PowerVr, che dà una mano al buon browser Safari. Appena discreta la multimedialità, tutta da filtrare attraverso iTunes, quindi niente riproduzione Divx od altri formati non proprietari, ma fluida la riproduzione video che arriva fino a 1080p FullHd. Buona la qualità del display, offre buoni colori e discreti neri. Buona anche la visibilità sotto la luce diretta del sole.

Che dire infine di questo nuovo iPhone di casa mela? Poche le riflessioni da offrirvi per un più conscio e ragionato acquisto. In sintesi, se vi piace da sempre il melafonino ed avete oltre 700 euro a disposizione per la versione da 16 giga, compratelo, non vi deluderà. 

Bernardino Califano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here