Solidarietà della maggioranza al sindaco Mauri

0

I gruppi consiliari Angri in Movimento e Angri Città Nuova: “Solidarietà al Sindaco Mauri”. Quanto sta accadendo nella città di Angri ha dell'incredibile. Lettere anonime, violazioni della privacy, spionaggio, scritte sui muri, azioni vandaliche che colpiscono anche simboli della nostra identità come il Castello Doria. Tutto ciò va condannato senza attenuanti né ambiguità, per il bene e la serenità della nostra città. Vogliamo assicurare tutti i cittadini che la maggioranza non si è mai sottratta e mai si sottrarrà a riflessioni sul proprio operato. In questi giorni abbiamo voluto riflettere serenamente, senza la fretta e l'isteria di dover a tutti i costi fare uscite pubbliche. Una cosa però sia chiara a tutti: questo Comune è amministrato da persone perbene che si assumono gravose responsabilità pur di dare prospettive al paese.

Lo sanno bene tutti i cittadini che hanno potuto toccare con mano il dinamismo di questa amministrazione, le tante iniziative sociali e culturali messe in campo, i lavori pubblici e l'arredo urbano di molte aree della città, la serietà mostrata verso il bilancio, i debiti, i residui e l'evasione fiscale, i progetti che hanno valorizzato la partecipazione e la trasparenza, il recupero e la razionalizzazione degli spazi pubblici, e tanto altro ancora. Nei prossimi mesi molti interventi messi in cantiere nella prima fase di amministrazione prenderanno forma, migliorando la vivibilità del nostro territorio e rilanciando Angri nel contesto regionale. Invitiamo tutti a ripercorrere la strada della coesione sociale e del dialogo costruttivo, pur nelle differenze che ci distinguono, per il bene della città e dei nostri concittadini.

-Ads-

Nel sottolineare il disvalore sociale delle scritte gratuitamente offensive nei confronti del Sindaco e dell'Amministrazione, prive di qualsiasi fondamento e mera eco delle notizie apparse in questi giorni sui mezzi di stampa, ci sembra doveroso confermare la nostra presenza politica per continuare un dialogo costruttivo votato al servizio della città. Non ci sembra, inoltre, dover prestare alcuna fede alle notizie diffuse di recente nel tentativo di destabilizzare ogni equilibrio politico. Quanto fatto fino ad ora, al contrario, conferma la notevole attività dell'Amministrazione che rimane l'unico reale parametro da sottoporre all'attenzione e alla fiducia della Cittadinanza. Gianfranco D'Antonio Bonaventura Manzo

Le vicende degli ultimi giorni hanno contribuito a generare dubbi, perplessità e confusione. In ossequio al mandato ricevuto dagli elettori il gruppo consiliare dell’UDC si fa interprete di questo disagio e rassicura la cittadinanza che lavorerà affinché presto si ripristini un clima di fiducia e serenità verso l’Istituzione Comune. Parole di condanna vanno invece espresse per giudicare gli atti vandalici compiuti da ignoti il cui solo effetto è stato quello di imbrattare e deturpare uno dei simboli per eccellenza della nostra città: Il Castello Doria. Prendendo le distanze da ogni forma di violenza, di abuso e di strumentalizzazione ai danni del benessere della nostra città, confidiamo che mediante un dialogo costruttivo, pur nelle differenze che ci contraddistinguono, possiamo ritornare a progettare il futuro della nostra cittadina e di ogni singolo angrese. Il Gruppo Consiliare UDC

Quanto sta accadendo nella città di Angri è inquietante e l’attacco concentrico rivolto al primo cittadino è connotato da una violenza inedita. Tutto ciò va condannato senza attenuanti né ambiguità, per il bene della nostra comunità. Sia chiarito, una volta e per sempre, che questo Comune è amministrato da persone perbene che si assumono responsabilità grosse al solo scopo di risollevare il paese da una situazione di inerzia totale che ne bloccava il progresso. Certo è che se il clima continua ad essere quello che stiamo vivendo in questi giorni, l’immagine che si offre di Angri è del tutto negativa. Lo sforzo deve essere complessivamente rivolto a focalizzare le attenzioni sugli argomenti, sui contenuti e sugli obiettivi che si intendono raggiungere, evitando assolutamente provocazioni, toni inopportuni ed inadeguati, e azioni “politiche” poco urbane. Il paese non deve essere restituito a nessuno, è già in pieno godimento a tutti e necessita rigorosamente di coscienza civica e di rispetto delle regole sovrane che vanno oltre l’individuo in quanto ne sono la tutela.

Media, società civile, politici e associazioni, discutano civilmente, al fine di contribuire al benessere della collettività, accantonando tutto ciò che è stato e pensando in modo positivo a ciò che dovrà essere, tenendo in debita considerazione che questa amministrazione, benché abbia attraversato una difficile e complessa fase di rodaggio, ha prodotto tanto, molte cose sono in fieri e tante altre sono già in cantiere. GRUPPO CONSILIARE PROGETTO COMUNE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here