La Confesercenti chiede concertazione con l’Enel per evitare chiusure forzate e perdite

0

La Confesercenti di Angri chiede concertazione con l’Enel per evitare quanto accaduto questa mattina con l’interruzione per circa 7 ore della fornitura di energia elettrica che ha causato la forzata chiusura di negozi ed imprese commerciali, determinando mancati incassi e perdite, persino l’ufficio postale è stato chiuso.

“Non può bastare un volantino affisso 48 ore prima di un intervento sulla rete – dichiara il presidente Aldo Severino – effettuare questi lavori in pieno giorno crea non pochi disagi ai nostri imprenditori con gravi perdite economiche”. La Confesercenti di Angri chiede dunque concertazione con la dirigenza territoriale dell’Enel affichè si condivida un piano che eviti il più possibile disagi.

-Ads-

“Credo che questi lavori dell’installazione di una cabina elettrica che seppur migliorativi per la rete, possono essere anche effettuati in orari pomeridiani – continua Severino – evitando in tal modo i danni causati quest’oggi con l’interruzione persino del servizio postale e di problemi seri per negozi di alimentari che detengono surgelati, senza parlare del danno ai bar e agli artigiani”.

I lavori dell’Enel hanno interessato Via Giudici, una parte di Via Cervinia e la stessa Piazza Annunziata oltre ad altre strade laterali. Lavori che secondo la Confesercenti hanno difatti paralizzato le attività commerciali. “Auspico una concertazione con la dirigenza territoriale – dichiara Aldo Severino – sicuramente ci sarà un programma di lavori che possiamo condividere per evitare ulteriori disagi anche in altre zone”.

La Confesercenti angrese lamenta inoltre il problema sicurezza. Negli ultimi giorni si registrano infatti furti e danni ad auto parcheggiate anche in pieno giorno. “Riscontro le lamentele di alcuni commercianti che soprattutto nelle aree periferiche della città come nel caso di Via Nazionale sono stati vittime di furto delle proprie auto – continua Severino – fra l’altro un furto clamoroso che ha riguardato un commerciante che su invito dell’amministrazione aveva parcheggiato l’auto in un’area di sosta, distante alcuni metri per consentire il parcheggio di clienti nei pressi dell’esercizio commerciale e poi si è ritrovato senza auto perché asportata dai ladri”.

Dalla Confesercenti si sollecita l’amministrazione comunale a predisporre maggiore sicurezza negli orari diurni anche con l’installazione di telecamere sul territorio ed invitare le forze dell’ordine ad intensificare controlli notturni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here