US Angri, parte l’operazione “miracolo”

0

La recente rivoluzione di mercato ha cambiato notevolmente l’organico a disposizione di mister Matteo Pastore, che ha approfittato della pausa natalizia per amalgamare il gruppo e prendere maggiore confidenza con i nuovi arrivati. Al giro di boa l’Angri arriva con l’ereditá di appena undici punti conquistati e con mesi terribili alle spalle, fatti di vicissitudini societarie e due cambi di allenatore. Tutti cambiamenti che hanno ridisegnato il volto della societá, ma che, sul piano agonistico, non hanno prodotto molto.

Pastore ha cambiato uomini e ancora ne cerca: «Ho pochi ragazzi a disposizione e, con la societá, ci guarderemo intorno per intervenire e rendere più solida la rosa». La caccia è agli under, soprattutto dopo le pessime prove offerte contro il Boville dal portiere Salatino e da Cascella. Gli osservatori hanno imputato al portiere doriano grosse responsabilitá su entrambi i gol del Boville. Sul primo, l’estremo difensore non avrebbe nemmeno accennato all’uscita per neutralizzare il cross sul quale si è avventata la punta avversaria di testa.

-Ads-

Sul secondo, addirittura, si è lasciato trafiggere direttamente da calcio d’angolo. I nuovi arrivi hanno dimostrato di poter dare maggiore consistenza alla squadra. Soprattutto Rosario Manzi, nel secondo tempo, ha sfoderato un’ottima prova, coronata con la rete. Pastore difende i suoi under, ma la societá sta operando per dargli rinforzi che lo mettano nella possibilitá di scegliere l’undici titolare con maggiore tranquillitá. Pastore, comunque, crede alla salvezza, anche attraverso la coda dei play out. L’appello è al pubblico, sempre meno numeroso al "Novi".   gaetano ferrentino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here