L’Angri Soccer torna a vincere!

1

Libertas Angri 1980: De Marinis R, Loreto, Criscuolo, Parlato, Del Sorbo, Giardiello, Novi, Cesarano (dal 40° st Nirolo), Tortora (dal 25° st Siena), Esposito, De Sio (dal 25° st Cuomo). A disposizione: Coppola, Fantini, Conte, De Marinis A. Allenatore: De Virgilio

Mondragone: Cocchiarella, Mancone, Lombardi, Gonippo (dal 8° st Mazzone), Gallo, D’Angelo, Pini (dal 10° st Russo), Di Stasio, Vitullo, Ferrari, Grandelli (dal 21° st Mancini) A disposizione; Aliperti, Montano, Autiero, Colarossi. Allenatore; De Falco

Arbitro: Amitrano di Torre Annunziata Assistenti: Celentano e Sannino di Napoli. Ammoniti: De Sio (A),Novi (A), Giardiello (A), Cesarano (A), Tortora (A), Gallo (M), D’Angelo(M), Vitello (M), Russo (M). Note: Spettatori 300 circa, campo in buone condizioni, recuperi 1° tempo 2 minuti, 2 tempo 4 minuti

L’Angri doveva riscattare la sconfitta subita la settimana scorsa e anche se in affanno riesce nell’impresa di battere il Mondragone. Già al secondo minuto Criscuolo da trenta metri con una staffilata riesce a sorprendere il portiere avversario che all’ultimo istante devia la palla destinata sotto la traversa rifugiandosi in calcio d’angolo.

Al 10° triangolazione Tortora, Esposito con quest’ultimo spalle alla porta che si gira e colpisce la palla che sfiora il palo alla destra del portiere. Al 15° su calcio d’angolo De Sio colpiva di testa sfiorando il palo alla destra del portiere, è il prologo al gol che avviene al 26° sempre su calcio d’angolo battuto da Cesarano, De Sio sul secondo palo dalle retrovie colpisce di testa mandando la palla in rete sotto la traversa.

L’Angri a questo punto comincia a far girare la palla aspettando il varco per raddoppiare, ma il Mondragone non si scopre ed il primo tempo finisce sull’uno a zero. Il secondo tempo non regala alcuna emozione al pubblico presente, con una partita giocata prevalentemente a centrocampo, e i due portieri mai impegnati. Da segnalare solo un paio di punizioni del Mondragone dal limite dell’area calciate malamente e al 48° un contropiede dell’Angri con Cuomo che si invola verso la porta avversaria fermato fortunosamente dall’ultimo difensore.  VINCENZO MAZZA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here