Pugno duro contro i proprietari dei cani

0

I proprietari dei cani e gli indisciplinati sono finiti nel mirino dell'amministrazione comunale. Il sindaco Pasquale Mauri con l'ordinanza n.54 dello scorso 28 giugno ha dettato precise disposizoni a cui dovranno attenersi sia i proprietari dei cani, che i ragazzi indisciplinati. Il tentativo è di stabilire il rispetto delle regole per una civile convivenza. Sotto tiro, quindi, i propritari dei cani portati a spasso senza guinzaglio, senza paletta e nelle aree verdi pubbliche.

Pugno duro anche nei confronti di coloro che nei giardini pubblici giocano a pallone, vanno in bicicletta, sui pattini, skateboard nonchè veicoli a motore. A far rispettare l'ordinanza dovrà essere il comando cittadino della Polizia Locale, ma anche le altre forze dell'ordine. E' scritto nel provvedimento "ai proprietari, o comunque a quanti hanno la materiale custodia di cani, condotti nelle pubbliche vie, piazze, parchi e giardini, di provvedere immediatamente alla rimozione delle deiezioni mediante strumenti, paletta e/o sacchetti idonei all'asportazione che comunque garantiscano la completa e perfetta pulizia del suolo e di depositarli negli appositi cassonetti della netezza urbana".

-Ads-

Ciò in quanto "le deizioni dei cani sui marciapiedi e vie pubbliche, ancorchè nei parchi e nei giardini pubblici, costituiscono un grave rischio e pericolo sotto il profilo igienico sanitario in particolare per bambini e anziani". Poi sono state previste delle aree off limits per gli amici a quattro zampe: giardini di villa Doria, parco giochi di via nazionale, parco giochi di via Cervina, parco giochi viale Europa, parco giochi via Sant'Alfonso. E' stabilito "di tenre i cani a guinzaglio e muniti di museruola negli spazi pubblici ed aperti al pubblico, di vietare l'accesso ai cani, anche se muniti di guinzaglio nelle strutture frequentate da ragazzi". I trasgressori saranno puniti con una sanzione di 50 euro. Altri divieti poi sono stati stabiliti.

"E' vietato accedere con biciclette e con veicoli a motore di qualsiasi tipo nei parchi e nei giardini pubblici, nelle aree destinate a verde pubblico, sui marciapiedi e nelle zone attrezzate ad uso sportivo e nelle aree dei plessi scolastici". Ancora, "è fatto divieto di effettuare qualsiasi gioco, in particolare con palloni, che possano arrecare disturbo o molestia ai frequentatori degli spazi verdi; è vietato far scoppiare petardi, qualsiasi tipo di botti, accendere fuochi di qualsiasi natura; è vietato negli spazi pubblici occupare il suolo anche se in maniera temporanea per esposizione merci o intrattenimenti vari senza la dovuta autorizzazione". Infine, "è vietato bagnarsi nelle fontane o occupare le aiuole degli spazi verdi per il consumo di cibi o bevande".  pippo della corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here