• Oggi è: giovedì, agosto 16, 2018

L’Angri si presenta, confermato il tecnico Gargiulo

Luigi D'Antuono
luglio26/ 2018

L’Unione Sportiva Angri 1927 si è presentata alla stampa. Questa mattina presso il centro-eventi “Paradiso”, la società composta dal duo presidenziale Francesco Limodio e Valerio La Pepa, nel corso della conferenza stampa, ha esposto i programmi annuali e gli obiettivi da conseguire, partendo da una considerazione che se oggi si sta lavorando per il rilancio, lo si deve ai sacrifici di Gerardo Tortora e dott. Carmine La Pepa, che hanno sostenuto, insieme al progetto “Ripartiamo” dei tifosi angresi, l’Angri e il calcio angrese, tra mille difficoltà. Ora si volta pagina e la giovane società angrese, prova a darsi un’organizzazione composta da figure professionali, capaci di gestire ruoli e competenze, per ricostruire un nuovo percorso nel mondo del calcio regionale e nazionale.

Ad aprire i lavori l’intervento del sindaco Cosimo Ferraioli, che ha voluto rimarcare l’impegno dell’amministrazione comunale nel garantire l’utilizzo dello stadio alla squadra, già dai primi impegni stagionali. Un’amministrazione che riconosce l’importanza che il calcio riveste per Angri e per gli angresi, che si è impegnata a tutelare la prima squadra cittadina anche in vista della futura gestione dell’impianto sportivo. Chi gestirà lo stadio dovrà assicurare massima disponibilità di utilizzo e libera gestione degli incassi, durante lo svolgimento delle gare interne. Dunque l’amministrazione è vicina e garantirà ogni tipo di supporto. Rimandata la presentazione del Direttore Sportivo, mentre è stato presentato il tecnico Antonino Gargiulo che per il secondo anno consecutivo siederà sulla panchina angrese.

Dichiarazione Francesco Limodio
“Abbiamo ufficializzato la nostra struttura societaria ed a breve sarà presentata anche la rosa della squadra. Abbiamo preferito operare sotto traccia perché bisognava ricostruire un nuovo assetto societario che mi pregio di rappresentare insieme a Valerio La Pepa. Era necessario fissare gli obiettivi perché una società gloriosa come l’Angri non può solo sopravvivere, ma deve giocare per vincere ed essere sempre protagonista. A breve comunicheremo tutto quanto organizzato in modalità offline, con una serie di sponsor che sono stati chiamati in causa, per sostenere un progetto importante di rilancio che possa portare alla realizzazione di un sogno”.

Dichiarazione Valerio La Pepa
“Il calcio è fatto di concretezza e di continuità al di là di quelle che possono essere le note positive o negative. Una continuità che abbiamo garantito io e mio padre. Ora in un mese e mezzo si è creata una nuova aggregazione che opera col cuore ma soprattutto con la testa, lavorando per costruire qualcosa di importante, attraverso un progetto giovane e forte per tutta la nostra comunità. Lo stadio potrà rappresentare la chiave di tutto, sia sotto l’aspetto tecnico anche per quello ambientale; una struttura che garantirà la continuità degli allenamenti e la sicurezza di avere un campo di gioco per la domenica. Abbiamo deciso di essere coerenti confermando il tecnico Antonino Gargiulo, dopo l’obiettivo playoff raggiunto nello scorso campionato. Noi ci poniamo come obiettivo minimo la salvezza, giocandoci ogni partita in fino alla fine”.

Dichiarazione Antonino Gargiulo
“La scorsa stagione è stata un’annata particolare per le difficoltà legate allo stadio, ma abbiamo raggiunto il traguardo stagionale che ci eravamo prefissi. Dobbiamo ripartire dalla gara playoff di Santa Maria e lo facciamo con una società rinnovata nelle persone e nella voglia di fare. Non possiamo dimenticare i grandi sforzi che hanno fatto il dottore Carmine La Pepa e il presidente Gerardo Tortora. A loro vanno i miei ringraziamenti. Si riparte e per me è un grande motivo d’orgoglio sedere sulla panchina della squadra della mia città per il secondo anno consecutivo. Abbiamo allestito una buona squadra che venderà cara la pelle come sempre. Speriamo di regalare grandi soddisfazioni ai nostri tifosi partendo da due punti fermi: il capitano Andrea Loreto e Fabio D’Antonio che hanno abbracciato questa causa, tentando di essere i protagonisti in uno spogliatoio che vuole essere forte, coeso e vincente”.

Luigi D'Antuono
big banner