• Oggi è: venerdì, settembre 21, 2018

Grigio rossi bloccati in casa dal Campagna

Luigi D'Antuono
gennaio07/ 2018

U.S. ANGRI: Russo, Volpe, Marsicano, Cerchia, Del Nunzio, Zoppino, Izzo, Sarno, Acanfora (91’ Focaccio), De Bellis (85’ Tortora), Coticella (71’ De Stefano).

A disp: Somma, Pannone, Verziero, D’Antonio. All. Gargiulo

ASD CAMPAGNA: Pergamena, Pascuzzi, Caloia, Corsaro, Pinto, Parisi, Spinelli (71’Cassetta), Maiorano (87’Peccheneda), Di Giacomo, Costanzo (60’Altieri) Fernando.

A disp: Cavaliere, Viggianiello, Melchionda, Sao. All: Pietropinto

Arb: Maresca di Napoli

Reti: 11’ De Bellis, 54’ Corsaro

Espulsione diretta: Di Giacomo (C), Zoppino (A); doppia ammonizione Sarno (A)

Ammoniti: Russo, Marsicano, Cerchia, Del Nunzio, Coticella (A); Pascuzzo (C)

Angoli:4 a 3 per Angri

Rec: pt. 1’ – st. 4’

S.Egidio M.A. Dal tabellino si potrebbe evincere che più di una gara di calcio Angri Campagna sia stata una battaglia, 7 ammoniti, tre espulsi e due gol che diventano questi ultimi solo una parentesi di esaltazione per entrambe le formazioni. Una gara quella della prima di ritorno all’insegna della contestazione da parte del pubblico che poco ha gradito il risultato di parità e l’eccessiva severità dell’arbitro non hanno certamente rasserenato i ragazzi in tribuna. Quella con il Campagna ha presentato due tempi e due volti per l’interpretazione del gioco dei ventidue in campo, attenta e aggressiva la formazione di casa nei primi quarantacinque minuti, ospiti pimpanti e alla ricerca del gol durante la ripresa. Mister Pietropinto ha saputo mischiare le carte creando una ragnatela a centrocampo imprigionando gli uomini di Gargiulo che hanno fatto fatica a trovare il bandolo della partita. Forse i grigiorossi hanno mostrato di essere ancora imballati per il richiamo di preparazione che il tecnico locale ha effettuato approfittando della lunga sosta per poi sferrare l’attacco finale ai play off. A complicare le cose anche l’atteggiamento del direttore di gara sembrato non all’altezza della situazione facendosi sfuggire la partita da mano comminando ammonizioni e quindi espulsione con estrema precipitazione e in alcuni casi evitabili. Il calcio giocato invece lo si è visto a sprazzi, qualche individualità interessante ma non continuità nelle azioni. All’11’ minuto una bella azione sviluppatosi sulla fascia sinistra ha messo De Bellis a tu per tu con Pergamena, un delizioso pallonetto e Angri in vantaggio. Il Campagna non si è disunito né ha cambiato atteggiamento in campo, si è limitato a strozzare le iniziative dei padroni di casa nella metà campo in attesa dello spunto propizio per sferrare il colpo del pareggio. Col passare dei minuti le due formazioni si sono ritrovate nelle sabbie mobili del centrocampo e difficilmente si ipotizzavano spunti di bel gioco. Nella ripresa prendevano decisamente in mano le redini del gioco gli ospiti che metro dopo metro si portavano a ridosso dell’estremo difensore grigiorosso senza comunque creare azioni pericolose. Al 54’ una contestata punizione dal limite metteva Corsaro in posizione di battere a rete, Russo ha ribattuto corto e lo stesso Corsaro si è ritrovato la palla sui piedi avendo così la possibilità di battere sotto la traversa indisturbato. Il resto della gara è stata solo uno spezzettare del gioco che ha raffreddato le iniziative degli atleti in campo trascinandosi tra ammonizioni ed espulsioni stancamente al novantesimo. Una sola nota positiva, si è rivisto in campo Pippo Tortora, inserito a nostro avviso troppo tardi quando ormai non c’erano più energie da spendere.

Vincenzo Vaccaro

Luigi D'Antuono
big banner