• Oggi è: martedì, novembre 13, 2018

Manifesti funebri, fioccano le sanzioni

Luigi D'Antuono
febbraio24/ 2011

Controlli a tappeto dei vigili urbani di Angri sui manifesti funebri affissi fuori dagli spazi consentiti: fioccano le prime multe. La squadra «annona ed amministrativa» del comando dei vigili urbani di Angri, retto dal comandante Rosario Cascone, ha elevato in pochi giorni cinque multe alle due ditte di onoranze funebri operanti sul territorio, la «Eredi Palumbo» e «Savarese», ciascuna da duecento euro circa, per aver affisso i propri manifesti funebri sulle mura o sui pali della luce della città, e non nelle apposite bacheche.

I manifesti oggetto delle sanzioni amministrative erano stati affissi nella centralissima via Renato Raiola e nelle periferiche via Papa Giovanni XXIII e via Madonna delle Grazie.

Il fenomeno dell'affissione selvaggia di manifesti mortuari aveva avuto un primo «acuto» tra i mesi di settembre ed ottobre scorso, quando erano state ben ventiquattro le multe elevate alle due ditte, per un importo complessivo di oltre quattromila euro.

É pur vero, comunque, che ad oggi sono poche le bacheche in ferro in cui è consentita l'affissione dei manifesti mortuari unitamente a quelli pubblicitari ed istituzionali, ed a tal proposito la società concessionaria del servizio per conto del Comune, la So.Get., ha inoltrato richiesta per l'installazione di ulteriori quaranta bacheche su tutto il territorio angrese, nel tentativo di eliminare definitivamente il problema.  Francesco Rossi

Luigi D'Antuono
big banner